lunedì 16 gennaio 2017

DON ALESSANDRO MINUTELLA UN VERO ADORATORE DI DIO SEGUITELO


DON ALESSANDRO MINUTELLA.




Personalmente ho visto solo qualche volta le omelie di Don Minutella, ma sono sempre rimasto entusiasta, per l'animosità e il profondo sentimento che dimostra verso Dio, il Figlio Suo Santissimo e la nostra dolcissima Madre Maria Immacolata, solo questo m'ha sempre fatto pensare ad una persona che aveva una grande devozione, e si sentiva responsabile della comunità dei fedeli, che poi la madre Dio abbia deciso di donargli anche la possibilità di aver apparizioni, manifestazioni locuzioni e colloqui con essa, è una cosa veramente da prende in seria considerazione in vece che punire, e richiudere come per altro la chiesa ha sempre fatto in 2000 anni, i sacerdoti che mostravano doni spirituali e colloqui con Dio, e le sue espressioni sono sempre stati visti male dalla chiesa, come un usurpazione del potere del clero, un interferenza mai gradita, e sopratutto da combattere con ogni mezzo, anche con la tortura se era necessario questo hanno subito e patito  poveri martiri della Chiesa non di Cristo, che sta nella chiesa di Cristo. 

Devo essere onesto, non difendo questo sacerdote, per un mio scopo o tornaconto, ma semplicemente perchè reputo che quanto fatto dal Suo Vescovo sia inappropriato, inopportuno e per giusta sbagliato, primo perchè negare ad un sacerdote che ha dimostrato zelo, ardore, nel promuovere la fede, e passione nell'opera salvifica di Dio, è da premiare e non condannare, secondo perchè togliere al popolo un uomo che sfida il mondo del peccato, della perversione, e della prostituzione religiosa ad altre fedi avverse al Cristianesimo è veramente una rarità, Terzo l'azzardo del vescovo è per giunta sciocco, mettersi contro la Madre di Dio, al solo scopo di non urtare il pontefice Francesco, che potrebbe rimuoverlo dal suo incarico, perchè contrario a tutti coloro che manifestano in se e nel mondo la presenza dell?immacolata e dello Spirito Santo del Signore nostro Dio. Non pensando che un giorno quel vescovo potrebbe finire un posticino, non tanto simpatico, senza contare che forse potrebbe non aver il tempo sufficiente per chiedere perdono e risistemare la questione riabilitando Don Minutella nella sua santa e sacra funzione, è quella di salvare le anime di quanti si recano in quel luogo per ricevere le grazie di Dio, o quanti si convertono mediante le sue omelie vie Web. 



Direi che sono i fedeli che devono muoversi a sostegno di questo sacerdote, e devo battere il chiodo senza timore, alcuno se veramente credo che esso sia un miracolo e una grazia di Dio, sono loro che devono battersi per sostenere questi santi sacerdoti che il mondo di oggi ha sempre più bisogno. Quindi voi cari Palermitani, andate dal vescovo di persona, non serve mandare lettere che mai leggeranno, non serve intasare la posta elettronica, bisogna parlare di persona alle autorità religiose, senza muover nessun male, ma facendo sentire la vostra voce e bisogna farlo prima che le cose diventino irrimediabilmente irreparabili. 
Se i fedeli amano l'opera di Dio mediante questo Sacerdote, sostenetelo e fate capire la sua vicinanza anche con le opere, non solo con le parole o con le preghiere necessarie. 


Se il male avanza con una chiesa che si vuole uniformare alla esigenze del mondo e corre dietro a satana, anzichè difendere Cristo nel sacramento dell'altare, bisogna che i credenti si attuino a proteggere la nostra identità di Cristiani contro ogni sopraffazione di un anti-chiesa volta solo a distruggere il vero senso della fede. 

Non sono di lì, non posso agire in questo senso, ma posso solo pregare il Figlio dell'uomo Yeshua Gesù, la Madre Sua S.Sma, il Padre Celeste e lo Spirito Santo perchè questa cosa si risolva nel tempo più breve possibile e nel modo più giusto in difesa della Cristianità quella vera e non quella falsa. 

Vorrei consigliare ai cristiani, veri cristiani non quelli da salotto come dice coloritamente "Qualcuno" che prende in giro tutti, di passare la messa tutta in ginocchio , io lo faccio sempre da tanto tempo, proprio perché comprendo e conosco le ragioni che spingono Don Minutella a scuotere le coscienze addormentate di una fede che la vogliono far morire, se la fede "Qualcuno" la vuole addormentare, noi Credenti dobbiamo far esattamente il contrario, a quanto "Qualcuno" ci propone. Se amate veramente Cristo e volete essere veramente di Cristo suoi soldati prenderete la messa in ginocchio, per chi può fisicamente, posso assicurare che costoro riceveranno molte più grazie di quanto non immaginate.

Inoltre se il parroco esegue una messa con rito strano, con innovazioni, senza la presenza del tabernacolo o del crocefisso, dove egli si sostituisce ad esso, o dove ci siano sacerdoti che saltano come cavallette, che si scuotono come indemoniati, che cantano canti che tutto sono fuorché adatti al luogo Santo, che addirittura sono e sostengono i gay o che sono favore del dare ai risposati divorziati l'eucarestia, oltre al fatto che costoro commettono loro stessi sacrilegio oltre che farlo commettere,  non solo dovete testimoniare contrarietà anche durante la funzione, e dovete abbandonare la chiesa immediatamente scuotendovi dai vostri calzari la polvere, perchè quelle non sono messe valide, per Dio. 

Se non si testimonia con forza la nostra fede in Cristo Signore, ma nelle legalità anche della legge civile, non si ottiene nulla. !! Quando i sacerdoti vedranno che le loro chiese si svuotano e che i soldi calano, cambiano aria subito, velo assicuro.  A meno che, non vogliano convertirsi all'islam tutto possibile, in modo in trasformazione verso il male, ma a quel punto sono problemi loro e non vostri. 

Cercate dove si fa ancora la messa, con tutti i crismi, porto il mio esempio, faccio 70km per andare dove so che la messa è valida secondo quanto la Madre di Dio mi disse, ne farei di più se ci fosse bisogno, considerando che per me diventa veramente problematico per ragioni economiche, ma per il Signore si fa tutto, anche l'impossibile. I veri cristiani che amano veramente Dio non si devono adattare, perchè così facendo non si è più veri cristiani, ma ipocriti. La S.Sma Madre di Dio, l'Immacolata a me ha sempre chiesto di dire il rosario in latino, e se fosse possibile trovare una messa in Latino io sarei il primo ad andarci, ma oramai il latino pare una lingua sconosciuto, direi invece che bisogna tassativamente riprenderla, perchè un giorno all'improvviso la riprenderà qualcun altro per meglio nascondersi e non farsi capire.