martedì 9 agosto 2016

ALLAH LO STESSO DIO DELLA BIBBIA?




ALLAH LO STESSO DIO DELLA BIBBIA?

QUANDO SENTO PARLA QUESTO INDIVIDUO MI VENGONO LE CONVULSIONI!!!





SECONDO UN ESORCISMO AD UN POSSEDUTO PARE CHE IL DEMONIO NON LA PENSI COSÌ, DISSE INFATTI CHE ALLAH NON È DIO, NON È IL VERO DIO.

Consiglio però di leggersi tutto l'articolo è molto interessante.
..................................

Riferimento chiaro all'islam:
Morte, morte, loro si ammazzano, vi ammazzano.
Si ammazzano, cioè che si fanno saltare per aria, e vi ammazzano cioè che vi tagliano la testa etc.


La mia religione dice, io sono la salvezza solo la morte raggiungerete la vita ..ahahahahah
Satana dice che l'islam è la sua religione, e lancia lo slogan che in sostanza afferma quello che dice che bisogna morire per raggiungere la salvezza cioè il paradiso...e poi satana ride degli islamici...


Loro vogliono Allah Allah (prendendo in giro...alloh alloh) che è sto
Allah l'esorcista lo stoppa...

(qui ha sbagliato perchè doveva lasciarlo parlare, si sarebbe esposto da solo, visto che satana è vanesio)
Anche qui sbeffeggia il nome di Allah, addirittura dice ma chi è questo(sto) Allah?

..............................................

Dato che io sono molto meno intelligente del demonio, perché indubbiamente esso ha un potere che io non posseggo e una conoscenza decisamente maggiore della mia, per cui se Satana ammette che Allah non è Dio, io come posso dir diversamente?

Sotto costrizione il demonio deve dire la verità sempre, perché il sacerdote glielo impone con i sacri nomi di Dio, di Cristo e dello Spirito Santo e del'Immacolata Madre del Verbo Incarnato, di cui per altro ne ha terrore.

................................................

Quando un essere umano, mescola la verità alla falsità, ecco che si creano le confusioni che portano inevitabilmente alla fine di tutto e a far sorgere nel mondo il Principe delle Tenebre, come suo dominatore nella persona dell'Anticristo.


Il Dio della Bibbia è il Padre Celeste l'Eterno, Figlio e Padre di Cristo "chi vede Me vede il Padre che è in Me" Anche se fosse che in qualche modo islam tragga una certa discendenza dal popolo d'Israele, ma come Lucifero tradì Dio, così Israele tradisce il figlio di Dio, così qualsiasi altro che possa essere di Dio, può divenire contro Dio, per cui non centra proprio nulla essere discendenti di Dio anche alla lontana, se poi questi discendenti operano contro il loro stesso Dio, perché anche i discendenti potrebbe perdere le discendenza, se essi stessi operano nel male, e vivono contro la parola data da Dio agli Israeliti, e poi riconfermata da Gesù Cristo ai suoi apostoli. Gli Islamici non si rendono conto che aver accettato un credo non in un Dio, ma in un uomo, hanno fatto si che il Dio degli eserciti, il potente Dio di ADAMO, ABRAMO, ISACCO, ETC non sia più il loro Dio, hanno attuato quello che Gesù per altro ha detto: "Maledetto sia l'uomo che confida nell'uomo".

Perché in un certo senso accettando e abbracciando le regole di Maometto fatte divenire legge essi hanno rinnegato Dio stesso. Per cui ovvio che poi Satana si sbeffeggia di loro, e dice "chi è sto Allah", perchè egli sa benissimo che essi saranno condannati dal vero Dio, per aver accettato come loro mentore un uomo che ha condotto una vita certamente non da santo, la storia purtroppo bisogna dir la verità, racconta che Maometto ha commesso molti massacri e certamente non erano voluti da Dio, se non sono voluti da Dio chi vi era dietro non era Dio, ma satana. Questo purtroppo nessuno può contraddire, anche gli islamici che conoscono bene la storia del loro profeta, sanno qual'è la verità, che io non mento!

 La storia del profeta Maometto è singolare nel senso che iniziò il suo cammino al fianco dei cristiani ed ebrei, ma dopo aver ricevuto la rivelazione, divenne un profeta sanguinario, sappiamo in fatti dalla storia che gli islamici conosco benissimo, che Maometto uccise parecchie persone, oppositori etc, la differenza tra Maometto e Gesù Cristo su questo punto è abissale, Cristo non uccise nessuno, lo uccisero. Maometto Uccise molti, non lo uccise nessuno, esattamente l'opposto. Però Cristo è combattuto dall'islam da sempre come figlio di Dio, mentre Maometto è il loro indiscusso profeta e guai a chi lo tocca, ma Cristo non combatte Maometto, ne mette a morte gli islamici, mentre essi mettono a morte i Cristiani, che amano Cristo, solo perché il loro profeta, ha detto di ucciderli?

L' odio dell'islam in 1400 anni è cresciuto a dismisura sicuramente alimentato da tante cose oltre che a quelle sure che istigano all'odio, ma non vi sembra di dover modernizzarvi un po e di essere più buoni e più comprensivi, di cercare di vedere più lontano del vostro naso e di ragionare con la vostra testa? Com'è possibile che un Dio buono ed eccelso, possa essere così brutale da ordinarvi di uccidere per Lui? Vi pare possibile che un Dio tanto potente abbia bisogno di voi per uccidere il mondo intero che secondo il vostro pensare è a lui ostile? Come un Dio potente come Allah non è capace da solo di uccidere un popolo intero e ha bisogno che voi vi sporchiate le mani per lui?  Non vi pare strano e curioso che siete voi che dovete insozzarvi le mani e aver sulle vostre teste tante vite, quando un dio così potente non è capace di uccidere nessuno, con le proprie manine?

Non sarà che invece che satana vi stia prendendo in giro?

Che dietro a tutto ciò ci sia lui, e non il Dio degli Ebrei-Cristiani?

Perché il mio Dio Padre, Figlio, Spirito Santo non vuole la morte di nessun essere umano, ma solo vuole la vita, perché il vostro Allah vuole la morte? Non trovate che ci sia qualcosa che non torna?

Da quello che tutti sanno nel mondo e anche per buon senso, un Dio di vita non è un dio di morte e che il Padre Celeste Onnipotente, l'Altissimo, l'Eccelso, è il Dio che da vita, mentre colui che si fa chiamare Allah vuole la morte, non è che per caso dietro a questo nome si cela qualcun altro?

E voi credendo di adorare il Dio degli Ebrei e dei Cristiani adorate invece Satana?

Perché il Padre Onnipotente ed Eterno a me non ha mai detto di ammazzarvi, anzi m'ha detto di pregare per la vostra conversione che vi vuole salvare anche voi.

Perché non dice anche me, di ammazzarvi ed invece mi dice che devo aver compassione di voi?

Perché Egli non è il Dio che voi pensate che sia. 


Per cui ovviamente essi credono di essere il popolo di Dio, ma non lo sono, per loro diretta volontà, loro seguono Maometto seguono la sua dottrina, che non è la dottrina Ebraica, quindi non sono discendenti del vero Dio d'Israele, anche se la prova effettiva che sia così, si è persa nei meandri del tempo, perché in sostanza hanno rinnegato quel Dio, accettando come loro profeta Maometto e ponendolo sopra il Figlio di Dio, mandato da Dio stesso, perché in Cristo, Dio si è manifestato ponendo Cristo come spada di Damocle per tutti i popoli a venire, chi non riconosce Cristo non è più di Dio. Anche gli Israeliti purtroppo a causa del cuore duro che hanno in loro, non hanno voluto riconoscere in Cristo il loro Dio, per cui sono stati esclusi anche loro, per quanto il Padre Celeste ne ha pietà.

Gli Ebrei però hanno mantenuto la fede antica per cui in un certo senso sono ancora i potenziali eredi.
Mentre voi non lo siete, perché non solo non avete accettato Cristo come Dio, ma anche lo avete combattuto, disprezzato, e avete torturato i suoi credenti, come se fossero colpevoli di qualcosa, ponendo addirittura sotto al profeta Maometto, per cui da Dio non sarete riconosciuti, come suoi figli, anche se Dio e Gesù stesso operano nel vostro popolo conversioni.

Il giorno in cui accetterete Cristo come figlio Dio, allora sarete  considerati popolo di Dio, ma fintanto che ciò non avverrà quello che ora esiste rimarrà, e ciò vale anche per tutte altre religioni del mondo, Israeliti compresi. 


Ovvio che poi satana vi sbeffeggia egli conosce la Verità!


°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°


Come posso io Credente nel Padre Celeste, nel Figlio Suo Gesù, etc, dire che Allah è lo stesso Dio della Bibbia? non potrò mai pensarlo perché il Dio che io conosco, non mi ha mai detto di uccidere nessuno, mentre a detta degli Islamici Allah pare che vi dica di uccidere tutto il mondo. 

Elohà non è Allah

Yeshua non è Allah
Lo Spirito Santo non è Allah

Gli islamici se amassero il Dio di Abramo, dovrebbero amare i 10 comandamenti, invece è il contrario, per cui non vi potete dire di essere discenti degli Ebrei.


Chi ama Elohà è suo Figlio!


Il giorno che gli crederete sarete anche voi suoi figli.



.............................

Ai cristiani non credete in chi vi dice che Allah è lo stesso Dio dei cristiani, costui è un falso e menzognero!!!

sabato 6 agosto 2016

BERGOGLIO METTE LA MUSERUOLA



DA OGGI  IN  POI  I  PRETI  DEVONO TAPPARE  LA  BOCCA  AI  FEDELI!


ahahahah


Stando all'articolo qui proposto... Bergoglio vuol far credere che Dio Padre vuole tappare la bocca ai peccatori, come dire "Non ti preoccupare non c'è bisogno che mi dici tutti i peccati perchè tanto io li conosco già, per cui tranquillo va bene lo stesso, sei perdonato" questo è il  vero concetto che Bergoglio vorrebbe far passare come cosa buona e giusta!!! Quando sappiamo benissimo che se non ci si confessa bene e con vera convinzione il peccato non ti è tolto così tanto per fare, come se tutto fosse cosa facile senza senso, e senza una vera volontà di chiedere perdono. 
Ma Bergoglio dice ai suoi, che da oggi, non devono permettere che i fedeli si confessino bene, ma che si possono confessare anche parzialmente che tanto non ha importanza, vuol far credere che i peccati sono poco cosa, di nessuna importanza di nessun valore, per cui Dio sorvola. 

Un altra mazzata per la distruzione definitiva della Fede in Cristo.

Per cui si tappi la bocca ai fedeli giorno per giorno, si privi il peccato del suo senso di male, si tolga da esso l'essere peccato, così facendo pian piano nessun peccatore si sentirà peccatore e ogni male non sarà più male, la confessione perderà valore e nessuno si confesserà più, in questo modo, chi riceverà la sacra Eucarestia in modo imperfetto, otterrà invece che un premio un condanna, ma la condanna maggiore l'ha otterrà il clero asservito a questo falso Pontefice, che lo segue e lo osanna, purtroppo però periranno assieme a lui anche i deboli, i poveri, con tutti gli altri.

Poi dobbiamo fare delle precisazioni...

Vangelo di Matteo: “In verità vi dico che tutto ciò che voi legherete sulla terra, sarà legato anche in cielo e tutto ciò che voi scioglierete sulla terra, sarà sciolto anche in cielo.” (18,18)

Qui si pensa ancora che questo passaggio sia riferito ad un discorso di confessione, cosa assolutamente non vera,  anche perchè nessun uomo si lega con il peccato in senso che nessuno si sposa Satana, il legare in questa frase è inteso volontariamente cioè nessuno con propria volontà si lega a Satana sapendo chi è, se non i casi di riti satanici, ma queste sono cose rare di demenza umana. 
Poi oltretutto la frase indica il legare dal punto di visto sacerdotale "che voi legherete" , cioè è il sacerdote(VOI) che Lega le persone tra di loro, e non i fedeli che si legano a qualcos'altro, è proprio una frase riferita a quello che poteva e può fare il sacerdote non il fedele, non è riferita al fedele non centra nulla, quindi non è intesa come confessione. Qui la chiesa non solo mal interpreta, ma interpreta quello che gli fa comodo.


Questo è il comando giusto:
“a chi perdonerete i peccati saranno rimessi, a chi non li perdonerete non saranno perdonati”.


 "e il prete non è il “Padre Nostro” 
Senza ombra di dubbio il prete non è il Padre Celeste, questo non piove, ma proprio perchè non è il Padre Eterno, esso non ha la capacità di leggere la mente di tutti quelli che si presentano, per cui non può sapere i peccati di ognuno ed ovviamente deve essere la persona liberamente che espone i suoi peccati, se così non avviene Dio non può perdonare quelli non espressi e non verbalizzati, cioè pronunciati. 

Quindi se il prete ti tappa la bocca, il prete si prende la responsabilità dell'atto che ha fatto, impedendoti di parlare, e di comunicare il tuo peccato, condanna se stesso, e porta con se il peccatore, che a causa sua subirà una condanna grave a causa del fatto che il prete lo ha indotto a non comunicare il proprio peccato, inducendolo nel peccato. 

Perchè S.Pio da Pietralcina disse questa cosa?

"Un confratello raccontava: «Un giorno padre Pio negò l’assoluzione ad un penitente e poi gli disse: “Se vai a confessarti da un altro, vai all’inferno tu e quell’altro che ti da l’assoluzione”», come a dire, senza l’accusa dei propri peccati con il proposito di cambiare vita, si profana il Sacramento e chi lo fa si rende colpevole davanti a Dio."


La spiegazione che l'articolo ne da è errata, non è per quella ragione che S.Pio ha detto quelle cose..

«Un giorno padre Pio negò l’assoluzione ad un penitente e poi gli disse: “Se vai a confessarti da un altro, vai all’inferno tu e quell’altro che ti da l’assoluzione”»,

Perchè se vai a confessarti da un altro vai  all'inferno?
Molto semplicemente perchè dimostri di non aver avuto fiducia di chi ti ha confessato prima.
Questo è giusto nel coso, in cui il confessore sia in perfetta linea di verità con Cristo, ma se il confessore non è nella linea o strada di Cristo ed esso ti propone cose fuori da Cristo, se il prete ti tappa la bocca, negandoti una confessione come avrebbe voluto S.Pio, cambia il discorso, essa non è più valida, e chi fa peccato non è il penitente, ma il confessore, per cui anche se il penitente va da un altro in questo caso non va all'inferno perchè cerca quella confessione che il primo sacerdote non gli ha dato, e questo significa che la persona ha buone intenzioni nel volersi confessare secondo quanto Chiesto da Cristo stesso e proposto della dottrina. 
Quindi il pensare di S.Pio è giusto solo quando il confessore esso stesso rispetta la Fede e il credo in Cristo e la dottrina corretta, per cui il penitente farebbe peccato mortale perchè dimostra di non credere e mettere dubbio nelle parole del confessore e anche chi lo assolve, perchè dimostra di non conoscere la parola di Cristo. 

sabato 30 luglio 2016

Curiosità Vaticane che non tutti sanno!

Curiosità Vaticane che non tutti sanno!




La Donazione di Costantino
il più celebre falso della Curia Romana, certificato fin dal XV secolo.

Il“Constitutum Constantini”, è un documento apocrifo conservato in copia nelle Decretali dello Pseudo-Isidoro (IX secolo) e, come interpolazione, in alcuni manoscritti del Decretum di Graziano (XII secolo), che pretende di riprodurre un editto emesso dall’imperatore romano Costantino I e risalente al 313. Con esso, l’imperatore avrebbe concesso al papa Silvestro I e ai suoi successori il primato sui cinque patriarcati (Roma, Costantinopoli, Alessandria d’Egitto, Antiochia e Gerusalemme) e attribuirebbe ai pontefici le insegne imperiali e la sovranità temporale su Roma, l’Italia e l’intero Impero Romano d’Occidente. 
La donazione venne utilizzata dalla Chiesa nel medioevo per avvalorare i propri diritti sui vasti possedimenti territoriali in Occidente e per legittimare le proprie mire di carattere temporale ed universalistico.
Nel documento si attestava:
«In considerazione del fatto che il nostro potere imperiale è terreno, noi decretiamo che si debba venerare e onorare la nostra santissima Chiesa Romana e che il Sacro Vescovado del santo Pietro debba essere gloriosamente esaltato sopra il nostro Impero e trono terreno. Il vescovo di Roma deve regnare sopra le quattro principali sedi, Antiochia, Alessandria, Costantinopoli e Gerusalemme, e sopra tutte le chiese di Dio nel mondo... Finalmente noi diamo a Silvestro, Papa universale, il nostro palazzo e tutte le province, palazzi e distretti della città di Roma e dell’Italia e delle regioni occidentali». 
Peccato che alla presunta data della donazione Costantinopoli non fosse ancora stata fondata!
Comunque a tale documento si riferirono molti papi, il più scandaloso dei quali fu Alessandro VI Borgia, (nel 1.500!) che lo riesumò per giustificare il suo intervento nella disputa tra Spagna e Portogallo sul dominio delle Americhe.
Nel 1440 l’umanista italiano Lorenzo Valla, sulla scia delle pesanti perplessità già espresse pochi anni addietro dal filosofo Nicola Cusano, dimostrò in modo inequivocabile come la donazione fosse un falso.



Ho trovato questa espressione terribile perchè anti-Dio.

"Nei sotterranei della Basilica Vaticana ci sono i fondamenti della nostra fede. La conclusione finale dei lavori e degli studi risponde un chiarissimo sì: la tomba del Principe degli apostoli è stata ritrovata»."

Che un prelato abbia detto queste parole che nei sotterranei della Basilica sta le fondamenta della nostra fede, mi ha messo uno sgomento impressionante. Perchè il principe della Nostra fede  non è sepolto ma Regna in eterno, e mi fa capire che la chiesa si è basata tutta su un uomo anziché nel Suo Dio creatore, Gesù Cristo. 


martedì 26 luglio 2016

DON FANZAGA PUR DI LANCIARE UN LIBRO USA ANCHE I MORTI DELL'ISIS

DOV'ERA FANZAGA QUANDO MASSACRAVANO 

MIGLIAIA DI UOMINI IN SIRIA?


    

Don. Fanzaga sulla strage di Nizza: "Pericolo grave: più che politico è un problema soprattutto religiosi
L'islam vuole sostituirsi al cristianesimo. 

Non usa mezzi termini e non sembra avere alcun dubbio Padre Livio Fanzaga, storico direttore di Radio Maria, finito spesso al centro delle polemiche per le sue esternazioni radiofoniche da molti considerate troppo «spinte» per un uomo di Chiesa.
Contro ogni coro islamofilo, il religioso bergamasco questa volta ha affidato i suoi pensieri senza filtri a un breve messaggio scritto sul sito web della radio cattolica: parlando della recente strage di Nizza, il padre scolopio ha infatti detto: «È doveroso chiedersi che cosa i musulmani pensino di noi e della religione cristiana; l'obbiettivo dell'islam di qualsiasi tendenza è quello di sostituirsi al cristianesimo e ad ogni altra espressione religiosa. I mezzi per farlo dipendono dalle circostanze storiche».
Un messaggio chiaro, un sasso lanciato nello stagno che apre di certo un dibattito sulla questione islam, considerato anche che a pronunciare queste parole non è stato un sacerdote sconosciuto nel corso di un'omelia in una chiesetta di campagna, ma l'ormai celebre Padre Livio, seguito ogni giorno da milioni di ascoltatori e di cybernauti che visitano il suo sito. «Il terrorismo di matrice islamica - scrive Don Fanzaga - rappresenta uno dei pericoli più gravi che incombono sulla nostra società. Il problema non è soltanto politico, ma anche e soprattutto religioso. Non vi è dubbio che la grande maggioranza di musulmani che vive in Occidente sia gente che vuole fare una vita tranquilla, ma l'obiettivo dell'Islam è di sostituirsi al cristianesimo».
A sostegno di queste parole, il religioso ha pubblicato a seguire un breve estratto del suo volume «Non praevalebunt. Manuale di resistenza cristiana», in cui il direttore di Radio Maria, riporta alla luce una vecchia pubblicazione di Stefano Nitoglia secondo cui, nonostante le differenze tra Islam moderato, radicale e di matrice terrorista, i fini appaiono sempre gli stessi: «La soggezione di tutto il mondo all'islam, considerato il sigillo e il compimento di tutte le rivelazioni, con il mondo (secondo la dottrina classica dell'islam, accettata da tutti i musulmani) suddiviso in due parti, il territorio dell'islam, dove vige la legge dell'islam e il territorio di guerra dove sono gli infedeli. Quest'ultimo territorio dev'essere conquistato e assoggettato all'Islam».
Parole che Padre Livio ha fatto sue, ritenendo peraltro inutile un ipotetico dialogo interreligioso con l'Islam in cui i cristiani proporrebbero la visione della fede cristiana ai musulmani «perché per essi il cristianesimo è quello che viene interpretato dal Corano e nessun argomento umano potrebbe cambiare quella che per loro è una rivelazione divina».
Una posizione, quella espressa da don Fanzaga, secondo cui l'islam vuole sostituirsi al cristianesimo, in netto contrasto con quella ufficiale del Vaticano, con il cammino intrapreso da Papa Francesco, impegnato sin dall'inizio del suo pontificato in un dialogo con l'islam sunnita e con quello sciita, convinto che «con i musulmani si può convivere».
Proprio qualche giorno fa, ad esempio, uno stretto collaboratore del Papa, il vescovo spagnolo Miguel Angel Ayuso Guixot, segretario del Pontificio Consiglio per il dialogo interreligioso ed esperto di Islam, è volato al Cairo per un incontro all'Università di Al-Azhar, uno dei maggiori centri d'insegnamento dell'Islam sunnita, retto dalla guida suprema, lo sceicco Muhammad Ahmad al-Tayyib. Nell'incontro, l'inviato papale ha discusso i termini e le modalità per un prossimo incontro che «segna la ripresa del dialogo tra Santa Sede e Al-Azhar per rafforzare i legami tra cristiani e musulmani». 
Nonostante ciò, Radio Maria e il suo direttore rimangono di un altro avviso: l'islam è un pericolo per i cristiani e in un altro editoriale intitolato «La donna e il drago» pubblicato qualche giorno fa, Fanzaga, parlando di terrorismo islamico ha ribadito: «Per quanto gli Stati si diano da fare, difficilmente verranno a capo di questo scatenamento infernale dell'impero delle tenebre. Per uscire vincitori di questo tremendo passaggio storico non bastano i mezzi umani, per quanto necessari».
°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

Don Fanzaga che ama farsi chiamare Padre contro la volontà di Cristo, solo in questi giorni ha tuonato contro l'islam-isis, quando molte altre persone note o poco note lo hanno fatto molto prima lui, fin dall'Inizio, denunciando la situazione drammatica che i credenti cristiani, stavano subendo in quelle terre lontane. Adesso per i recenti fatti, da Nizza fin ora in pochi giorni, il commentatore di Radio Maria dalla sua postazione di prestigio, tuona contro l'Islam come se tutti coloro che hanno detto e scritto prima di lui non contassero nulla. 
Ma dov'era Don Fanzaga quanto hanno sterminato migliaia di persone in Siria e non solo, non si è sentita la sua voce, tuonare contro costoro, quando hanno staccato la testa ad occidentali, orientali, bambini, donne e arse vive le persone come se fosse animali pronti per un banchetto. Dov'era sulla luna?

Moltissima altre persone prima di lui, hanno detto che questa è una guerra di religione che l'Islam si vuole sostituire al cristianesimo, per fino io l'ho detto nei miei blog ancora tempo addietro e le profezie lo hanno preannunciato molto prima di tutti, ma non c'è bisogna che Don Fanzaga ripeta come un pappagallo quello che molti altri hanno detto prima di lui, perchè questo presa di posizione suona molto strana, suona come un interesse diretto per aumentare i consensi verso Radio Maria, non è che per caso sta cercando altri favori economici?

E la reazione ovviamente degli ascoltatori di Radio Maria è ovvia e scontata un aumento considerevole degli ascolti, è normale che la gente applauda, ad un prete che si scaglia contro l'islam!!! Ma il fine qual'è? Quello di dire quel che tutti sanno? Ha scoperto l'acqua calda!!!  

Il fine è quello di aumentate le entrate, è ovvio e chiaro, aumentano gli ascoltatori per cui aumentano anche le entrante, un altra speculazione sulla vita di tanta povera gente, ma non si vergogna. Perchè non ha tuonato prima, quando vi erano i massacri di tanti persone anche non cattoliche, forse quelle non contano, forse quelle non hanno importanza, ma nemmeno con i credenti uccisi in Siria ha mosso un dito, ha detto nulla, mi piace il discorso, ora che la fifa si fa sentire perchè vicina a casa allora si muove; finché le cose rimanevano oltre mare, non c'è era preoccupazione ... è già!
Da questo articolo si evince che tutti gli europei fin ora hanno dormito sonni tranquilli, subendo attacchi di tutti i tipi, secondo il tono dell'articolo, tutti rimbecilliti, adesso arriva il salvatore quello che sveglia la gente, e fin'ora dov'è stato.... ma quanto è ipocrita! 
Perchè i dibattiti non ci sono stati dove vive sulla Luna o immerso in mezzo nei campi che non sa cosa sta accadendo nel mondo, oppure si tappato le orecchio per non sentire. 

Ecco spiegato il motivo...
"Una posizione, quella espressa da don Fanzaga, secondo cui l'islam vuole sostituirsi al cristianesimo, in netto contrasto con quella ufficiale del Vaticano, con il cammino intrapreso da Papa Francesco, impegnato sin dall'inizio del suo pontificato in un dialogo con l'islam sunnita e con quello sciita, convinto che «con i musulmani si può convivere». ....Nonostante ciò, Radio Maria e il suo direttore rimangono di un altro avviso..."
Don Fanzaga vuole proporsi come nuovo evangelizzatore, contrapposto a Francesco, ha compreso o forse meglio dire che ha letto da qualcuno che è giunto il tempo di scindere le anime della chiesa, da quella Pro Francesco e quella contro Francesco e lui ovviamente si pone nella seconda. Lo si evince chiaramente da questo discorso. Questo fa anche capire un altra cosa molto importante, qualche tempo fa la Santa Sede aveva pensato di porre un Delegato pontificio per amministrare Medjugorje , io dico che Fanzaga con questo lancio, in realtà vorrebbe allontanare lo spettro del commissariamento del luogo, perchè ovviamente questo aspetto del Delegato Amministrativo pontificio non fa comodo ne a Lui, ne tanto meno ai veggenti e molti altri che ci girano attorno. Ho sbagliato!


«La donna e il drago» pubblicato qualche giorno fa,
Altro motivo per tuonare, contro l'islam il lancio del suo libro "La donna e il drago", ma guarda un po, sfrutta la morte di migliaia di persone per lanciare un libro, ma non si vergogna? 

La trovo un'operazione da miserabili. 
Cosa penserà Dio di lei?

«Per quanto gli Stati si diano da fare, difficilmente verranno a capo di questo scatenamento infernale dell'impero delle tenebre. Per uscire vincitori di questo tremendo passaggio storico non bastano i mezzi umani, per quanto necessari».  
Di ciò nessuno può dar contro perchè è la verità, ma questa verità la conoscono anche i muri!!!