domenica 25 ottobre 2015

I risposati sono condannati alla morte eterna.


Oggi, 25 ottobre 2015. Messa delle 11.

Dirò solo un pensiero, ma ho già espresso in diversi altri articoli il mio pensiero sul discorso dei matrimoni, divorzi, gay, ecc.

Questa mattina duramente la comunione alla santa messa ho chiesto una parola da parte di Cristo e fortunatamente me l’ha concessa..anzi a dir la verità l’ho sentito e visto molto sconsolato, molto afflitto, molto stanco, dice:

 “””Io Figlio del Dio Altissimo Padre Celeste, ho udito il pianto dei mie angeli e lo sdegno degli uomini che mi amano, che è salito fino a Me, con un grido di anatema. Quindi dico a te figlio, comunica al mondo le mie parole, anche se molti non ti credono e non ti ascoltano, perché rimarranno fisse … disconosco ogni singola parola di questo sinodo … se la chiesa degli apostoli decide di portare avanti questa battaglia rimarrà sconfitta e ogni singolo uomo che aderirà ad essa, alle idee di chi porta avanti questi pensieri bugiardi, anch’essi riceveranno la medesima condanna; chi mangerà il mio corpo e sangue pur sapendo di non essere nella mia legge, mangerà la sua condanna.”””

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

I punti più discussi
I padri sinodali si sono espressi sui 94 punti contenuti nella relazione finale approvata all’unanimità dalla commissione dei dieci: tra i punti più dibattuti del Sinodo si registra quello sulla comunione per i divorziati risposati che è passato con un margine ristretto: i 265 padri sinodali presenti in aula (su 270 totali) ha votato il paragrafo 85 con 178 «sì», appena due in più del quorum richiesto, contro 80 «no».ono stati 51 gli interventi su tutto il documento finale. «I battezzati che sono divorziati e risposati civilmente devono essere più integrati nelle comunità cristiane nei diversi modi possibili, evitando ogni occasione di scandalo»: chiedono i vescovi. Nel testo c’è una importante apertura in tema di riammissione ai sacramenti approvata con appena un voto di scarto sui due terzi necessari, cioè con 178 su 265 presenti, quando il quorum era di 177. I contrari sono stati 80 (e quindi ci sono state 7 astensioni).

Apertura ai divorziati: «Caso per caso»
Il testo finale prevede che la comunione ai divorziati possa essere concessa caso per caso: «Il percorso di accompagnamento e discernimento orienta questi fedeli - si legge nella relatio finalis - alla presa di coscienza della loro situazione davanti a Dio». «Il colloquio col sacerdote, in foro interno, concorre - spiegano i vescovi - alla formazione di un giudizio corretto su ciò che ostacola la possibilità di una più piena partecipazione alla vita della Chiesa e sui passi che possono favorirla e farla crescere. Dato che nella stessa legge non c'è gradualità, questo discernimento non potrà mai prescindere dalle esigenze di verità e di carità del Vangelo proposte dalla Chiesa». Il Sinodo chiarisce che da oggi la partecipazione dei divorziati risposati alla vita della Chiesa «può esprimersi in diversi servizi ecclesiali: occorre perciò discernere quali delle diverse forme di esclusione attualmente praticate in ambito liturgico, pastorale, educativo e istituzionale possano essere superate». «I divorziati risposati - dunque - non solo non devono sentirsi scomunicati, ma possono vivere e maturare come membra vive della Chiesa, sentendola come una madre che li accoglie sempre, si prende cura di loro con affetto e li incoraggia nel cammino della vita e del Vangelo. Quest’integrazione è necessaria pure per la cura e l’educazione cristiana dei loro figli, che debbono essere considerati i più importanti». Il Sinodo afferma anche che «per la comunità cristiana, prendersi cura di queste persone non è un indebolimento della propria fede e della testimonianza circa l’indissolubilità matrimoniale: anzi, la Chiesa esprime proprio in questa cura la sua carità».

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
Mia riflessione:

In sintesi passa la concessione alla comunione e ai sacramenti per i divorziati e risposati. 

Forse per taluni il problema è sentito non grave, invece è grave, in quanto si da accesso ai risposati alla comunione e ai sacramenti, cosa che non vi è scritta da nessuna parte.
Può sembrare per molti meno grave dei matrimoni Gay sicuramente, e per fortuna o forse meglio di dire grazia di Dio che la chiesa in materia di unioni civili dei gay, ha detto il suo secco no.


Considero le parole del sinodo delle tesi, visto che esso vorrebbe tentare di rispondere alla problematiche attuali della famiglia moderna, senza tener conto della legge imposta da Cristo.

Si perché, il problema fondamentale non è veramente la famiglia, neppure la chiesa come istituzione religiosa, ma il nocciolo di tutta la questione in realtà è proprio il comando di Cristo che è una vera imposizione autoritaria, perché Cristo non ha lasciato alla chiesa un consiglio, No! Ha lasciato alla chiesa un comando, un imposizione, cioè la chiesa è obbligata se vuole attuare e seguire la legge eterna, imporre a se stessa i comandi imposti da Cristo, e tutto la questione sinodale si basa su questo concetto,  che nel caso del sinodo è contrario al concetto di autorità di Cristo .

(Dico imporre ed imposti, perchè nel momento in cui un qualsiasi essere umano, di sua spontanea volontà si pone sotto l'autorità di Cristo, quell'essere umano è obbligato a seguire la parola di Cristo, altrimenti è fuori da Cristo, per cui la legge di Cristo è imposta, perchè è un comando, imperativo).

Con abile astuzia è stata appositamente dimenticata, La legge di Cristo posta all’angolo messa nel cestino, al fine ultimo di poter investigare una soluzione per l’uomo non più sotto l’ottica di Cristo, quanto sotto l’ottica del principe del mondo.

Si perché il sinodo non ha contribuito ad un miglioramento reale propositivo verso la vita eterna, come è quello di Cristo, ma verso l’opposto, non per salvare l’anima, ma per dannarla, il sinodo ha in definitiva condannato l’umanità alla dannazione eterna. 

E stupidamente gli esseri umani accecati dal principe del mondo, vogliono seguire questa nuova ottica, che li porterà in breve tempo nelle braccia di satana, questo è dovuto alla più totale mancanza di fede e rispetto per Cristo, un vero e proprio desiderio di liberarsi di Cristo, non ancora del tutto attuabile, perché buona parte del mondo rimane ancora vivo il desiderio di rimanere sotto l’autorità di Cristo. 

Per fortuna che ciò è così, ma pian piano anche il resto del mondo che è ancora di Cristo, si adatterà alla nuova visione imposta dal sinodo di Francesco che allarga di fatto le famiglie della famiglia tradizionale per far entrare di prepotenza in essa, tutte le possibili variabili che l’essere umano immaginerà.



Penso che per risponde alla questione sinodale non si possa che rispondere con le parole di Cristo, cioè del vangelo inerente alla questione preposta … 

Ovviamente bisogna prima leggersi bene il resoconto dei lavori sinodali …

Diciamo che il linea di massima si è compreso che il sinodo sia approdato ad un risoluzione non unanime, che esso possa amministrare la Comunione anche  ai divorziati, ponendo come limite la decisione del vescovo, con la dicitura caso per caso.

Ora questo metodo di parlare è assolutamente ridicolo, per il semplice fatto che i divorziati sono milioni e milioni e volete che tutti i vescovi passino milioni di persone per decidere caso per caso? 

Ma dove!!, semmai essi demanderanno la responsabilità ai loro sottoposti, così alla fine non sarà più il vescovo a prendersi la responsabilità della decisione finale, ma direttamente i parroci. Non so quanti parroci si sentiranno in fede di fare ciò . 

Questo significa anche che la comunione ai divorziati risposati diverrà ben presto cosa scontata per tutti, senza nemmeno pensarci più, è questo in definitiva l’intento reale del sinodo di Francesco. 

Concedere a tutti liberamente senza più nessuna restrizione la comunione, in questo si supera la barriera imposta da Cristo, ma in questo modo si fa sacrilegio, così che tutti i cristiani risposati, saranno indotti nell’errore a far sacrilegio. 

Oltretutto pure i sacerdoti, i vescovi faranno sacrilegio, perché quello che conta in terra come in Cielo e così negli inferi, non è la volontà di un pontefice che non conta nulla, perché non possiede nessun potere divino effettivo, neppure se è un pontefice dichiarato autentico ha potere, se non fosse che è Cristo che glielo concede, ma la volontà decretata da Cristo stesso che non è il pontefice terreno. 

Per cui anche costoro fanno sacrilegio ad attuare una legge contraria a quella imposta per autorità divina da Cristo stesso. Sia i fedeli, che i sacerdoti ,che i vescovi che dovessero attuare questa legge sinodale contraria all’autorità di Dio, non solo fanno sacrilegio ma mangeranno la loro condanna, come il Figlio di Dio ha detto e dichiarato. 

venerdì 23 ottobre 2015

QUESTO è L’INIZIO DELLA FINE!!

Attendiamo cmq la fine del sinodo per sapere se queste ipotesi saranno convalidate..

i testi in neretto obliquo sono presi dal sito riportato nel link


QUESTO è L’INIZIO DELLA FINE!!!

ECCO COSA DiO PADRE MI DISSE DI QUESTO 2015 DOPO LA METà DEL ANNO SAREBBE INIZIATO L’INIZIO DELLA FINE.

La Chiesa della tenerezza o della falsità!!

Ricordo che il pontefice Francesco disse, che la chiesa era sposa e vedova infedele. Beh vedo che lo ha dimostrando grandemente!! E ovviamente un coro unanime salirà, di contentezza che la vecchia chiesa sia stata definitivamente defenestrata … o meglio dice cancellata dal Vaticano!!!

Dal sinodo esce “la Chiesa della tenerezza” “e” decreta la fine della Chiesa che divide il mondo in buoni e cattivi.”

Già questa espressione dice tutto … decreta la fine della Chiesa che divide il mondo in buoni e cattivi.”

Questo testo dichiara guerra a Cristo!!!

Perché la chiesa di Cristo Dio e non di un omuncolo finto dio … è quella che dice Gesù è venuto per dividere i buoni dai cattivi, i malvagi dai santi, gli immorali dai vergini, gli apostoli dai satanisti, i falsi profeti dai profeti, i cristi dagli anticristi, ecc, Bergoglio con queste parole ha cancellato il comando di Cristo,[ Mat 10,34 Non crediate che io sia venuto a portare pace sulla terra; non sono venuto a portare pace, ma una spada. ]

Ma ricordiamo la fine di chi rinnega Dio …[10,32 Chi dunque mi riconoscerà davanti agli uomini, anch'io lo riconoscerò davanti al Padre mio che è nei cieli; - 33 chi invece mi rinnegherà davanti agli uomini, anch'io lo rinnegherò davanti al Padre mio che è nei cieli.] il rinnegamento non è solo dichiarativo, ma anche propositivo, anche legislativo, anche politico, anche religioso, anche sociale.

Ora l’ira di Dio può abbattersi quando vuole sul mondo!!


""Vescovo Luc Van Looy, «Non distinguendo tra famiglie buone e famiglie cattive, parlerà in modo chiaro della tenerezza che la Chiesa vuole mostrare verso qualsiasi situazione della famiglia».""

Non vogliono vedere ne separar il buono dal cattivo, ma preferiscono stare in mezzo, dove vive il tiepido, dove non c’è, ne bianco né nero, ma dove l’ombra persiste, dove non esiste ne donna né uomo, ma l’evirato o l’omosessuale o il trans, la loro famiglia sarà intermedia, ne buona e ne cattiva, non si vedranno più i peccati, perché anche questi ricadono sotto stessa la logica, del buono e del cattivo, quindi tutti peccati saranno mitigati, quelli sessuali non esisteranno più in forma di buono e cattivo, e saranno tutti visti come meno gravi, per cui i peccati di piccolo calibro spariranno, quelli gravissimi diverranno meno gravi e quindi la posizione del peccato assumerà una valenza intermedia, le famiglia non esisteranno più ne le cattive, ne le malvagie, né le sante, né le preferite, ma esisterà solo un'unica visuale della famiglia, in modo da rendere il bianco-nero, il nero-bianco, tutto si posizionerà al centro, dove non esiste più né le tenebre né la luce, ma solo l’ombra di ogni cosa,  cioè si preferirà la famiglia intermedia che annullando quella conosciuta fin’oggi battezzerà la nascita di quella proposta a gran voce da tutti gli stati moderni, la famiglia allargata, quindi anche i gay avranno e potranno avere la loro famiglia di diritto dichiara dalla chiesa, meglio di così si muore. Ma questo discorso dell’annullamento dei buoni e dei cattivi, cioè la separazione del bene dal male, si pone anche per la sessualità con questo astuto discorso che credo abbia ingannato molti padri sinodali, senza rendersene conto hanno abbracciato a piene mani la cultura gender , dove il maschio e la femmina non saranno più ne l’uno ne l’altro, ma si propenderà per un essere a metà dove il maschio sarà femmina e la femmina maschio, proprio idilliaco.

Insomma la chiesa ha tolto di mezzo in colpo senza pietà, la spada di Cristo, cioè la verità e la giustizia divina e sta prendendo la strada della perdizione eterna, che scelta scellerata!!! Porterà l'umanità nelle mani di satana, c'è già.

Quindi con Bergoglio e suoi fanti la chiesa da oggi di fatto non esiste più. Dichiarazione chiara e palese di una volontà supernazionale di distruzione di Cristo!


“”monsignor Von Looy –
“””Non vogliamo giudicare ma ascoltare.””

Che astuti, non vogliono ne condannare ma  nemmeno correggere, solo ascoltare .

.........................................................................................


Grazie a Dio per ora la questione dei gay 

non è andata in porto!!!

Resta il no ai matrimoni gay, ma «rispetto per la persona»

Resta il no ai matrimoni gay. Circa i progetti di equiparazione al matrimonio delle unioni tra persone omosessuali, il Sinodo ritiene che «non esiste fondamento alcuno per assimilare o stabilire analogie, neppure remote, tra le unioni omosessuali e il disegno di Dio sul matrimonio e la famiglia». E dichiara «del tutto inaccettabile che le Chiese locali subiscano delle pressioni in questa materia e che gli organismi internazionali condizionino gli aiuti finanziari ai Paesi poveri all'introduzione di leggi che istituiscano il "matrimonio" fra persone dello stesso sesso». «Nei confronti delle famiglie che vivono l'esperienza di avere al loro interno persone con tendenza omosessuale, la Chiesa ribadisce che ogni persona, indipendentemente dalla propria tendenza sessuale, vada rispettata nella sua dignità e accolta con rispetto, con la cura di evitare ogni marchio di ingiusta discriminazione».

Pedofilia, «tolleranza zero»

La Chiesa ha voluto inoltre ribadire la «tolleranza zero» nei confronti della pedofilia. Parlando delle violenze all'interno della famiglia nella Relazione finale del Sinodo si sottolinea la necessità di «una stretta collaborazione con la giustizia». Sui minori in particolare, «nella Chiesa sia mantenuta la tolleranza zero insieme all'accompagnamento delle famiglie».


°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°




“”il tema dell'accoglienza per le persone omosessuali. «Quando studiavo teologia, tutti i libri di psicologia presentavano l'omosessualità una anomalia,” “ora la percezione è cambiata “”e non la si considera più così.””


 È certo non si considera più perché il numero di omosessuali è talmente elevato che quasi mezza società lo è diventata ed ovviamente nessuno vuole più sentirsi additare per malato per cui, bisogna cambiare la prospettiva, l’ottica, ed annullare di netto, l’idea, visto che la società già da qualche anno ha ridimensionato la questione a una cosa da poco;  per cui anche la chiesa si deve adeguare a tale ottica e siccome buona parte di loro lo sono come testimoniato da mons.  Krzysztof Charamsa, ovviamente gran parte di essi non vuole più essere additato a omosessuale e visto che gran parte della società lo è, perché non trasformare la chiesa ugualmente? Così ci si nasconde meglio, No!

La chiesa della tenerezza cioè della sodomia, delle perversione a tutti i livelli...avremo presto la papessa

“”Noi incoraggiamo i nostri a non criminalizzare questo fenomeno, ma incoraggiamo anche gli altri Paesi a non vittimizzare chi ha ancora problemi con questo”””

Ammazza che astuti.

Non rallegrateci uomini del mondo perché il mondo
 èappena entrato nella sua Fine.
Solo gli sciocchi si rallegrano di ciò che non sanno!!

Tempo al tempo tutto si compie!

dopo questo sinodo tutto si scatenerà allora gli uomini vedranno,
 ciò che è stato fin ora non è nulla rispetto a quello che sta per arrivare.
Le tempeste , gli uragani, la grandine, la neve, i terremoti, le inondazioni, i cicloni,
le trombe d’aria o marine,le bombe d’acqua, il vento, i fulmini,
sarà nulla rispetto a quello che sta per arrivare.
Preparatevi, perché quello che sta per giungere colpirà anche luoghi che non ha mai colpito finora.
Solo dove alberga la vera fede, e non le bugie, saranno risparmiati e così sarà fino alla fine.
Ma anche i sacerdoti veri della chiesa di Cristo che rimarrà orfana, dovranno prendere atto e capire dove stare.

Ma ancora il cuore dell’uomo diverrà più duro e arido e si incattivirà ancora di più
 accuserà ancora di più Dio di ciò che Egli non ha fatto, allora più l’uomo diverrà malvagio
e più le forze della natura si scateneranno contro quell’umanità che sarò malvagia contro Dio e i suoi figli.
i danni causeranno un crollo enorme e questi si assoceranno altri danni.
Danni su danni tutto andrà in rovina poi giungerà il tempo del pastore mutato
che apparentemente e divinamente  sembrerà risolvere i problemi,
 sostenuto da tutti, sembrerà fermare il tempo per un istante,
 un vero uomo di Destra e Sinatra, un politico, un religioso,
 un economista di successo e i guai sono appena iniziati.



altri articoli interessanti....
Dimissioni? vere, false, presunte?
E chi dopo? Meglio non pensare?

domenica 11 ottobre 2015

La CHIESA GAY!!!!

La CHIESA GAY!!!!

Quando sento che l'amore gay non è peccato,
che è un errore!!!!?

Cioè fatemi capire,
chi avrebbe commesso l'errore, il Creatore???
La legge l'ha fatta Dio,
ma bene, sempre meglio.

Dio non esiste più!!!
Cristo non esiste più!!!!

Chi pregate voi????

A nome di chi fate la Messa????

A giusto a nome di Francesco
 è certo lui è il nuovo Dio!!!

A quando la statua???

Umile, pio, misericordioso, gentile, amorevole, ecc.
E tutti gli adoratori si prostravano innanzi
e chi non si prostrava veniva messo a morte!!!

Ma tanto voi dovete seguire le profezie, non dovete tentare di bloccarle di cambiare rotta, è no!!! Se No!!!
Non avreste la conferma che Dio esiste, se fate i bravi e decidete cose sane, giuste realmente per il bene del mondo intero.
E' No!!!!!

Il sinodo non è per il popolo, no, è per cambiare le regole nella chiesa, o meglio dire per aggirare la legge di Dio...

I gay sono i salvatori della Chiesa”

A si, e da cosa l'avrebbero salvata?
Da Dio, certo questo è certissimo!!!

"L'omosessualità è ricchezza"

Ha si e quanti soldi vi portato nella casse?


Degni servi di Satana vi ha letteralmente 
preso la testa e il cuore..

Il vostro padrone dove si è imbucato!!!

Cosa posso dire, che sono scandalizzato, che sono rattristato, che sono indignato, che sono schifato, che sono disgustato, ma ogni aggettivo che trovo non è, e non sarà mai abbastanza per descrivere la profonda angoscia che questa situazione orribile pone ogni Cristiano nel mondo!

I poveri sodomiti non sanno che loro diverranno le vittime dell'anticristo stesso e del suo profeta.
Schiocchi dategli pure consenso, poi vedrete!!!

Posso solo dire che è un Abominio!!!


Allora tutto il mondo potrà dire liberamente che grande prostituta è la Chiesa!!!
Ah si, giusto, ha già detto che la chiesa
è vedova e sposa infedele!!!

Ma nessuno pensa neppure vagamente,
quanto dolore tutto questo provoca Dio?

Da quello che ne uscirà,
da questo sinodo,
capirete la fine che farà il mondo,
perché Dio sta solo attendendo
la decisione del Clero!!!

Ma temo che ormai le decisioni
nei loro cuori siano già prese.

Come mi disse anni or sono, “tutto il mondo può essere nelle tenebre, ma se un fiamma rimane accesa, il mondo sarà salvo”, la fiamma è la Chiesa, ovviamente!!

L'Immacolata !!!!
poi lascerà il braccio di Suo Figlio!!!

Come disse Gesù:
tutto è compiuto”

................................................


Monsignor Casale: «L'omosessualità è ricchezza»L'amore gay «non è peccato». Proibirlo «è un errore». Anche se Charamsa «ha sbagliato». L'arcivescovo emerito di Foggia Casale a L43 su Sinodo, sesso e orgasmi.

.............................
http://www.lanuovabq.it/it/articoli-ununica-regiaper-un-sinodo-gay-friendly-14020.htm#.VhInE0UrHbQ.facebook
Un'unica regia per un Sinodo gay-friendly
.........................
http://www.lafedequotidiana.it/il-vescovo-vera-lopez-i-gay-sono-i-salvatori-della-chiesa/
l vescovo Vera Lòpez: “I gay sono i salvatori della Chiesa”
................................
http://www.iltimone.org/33741,News.html

SINODO, L'IMMAGINAZIONE AL POTERE. IL VESCOVO CHE CHIEDE L'ORDINAZIONE DELLE DONNE E ALTRE AMENITÀ…............................



Aggiornamenti sul Sinodo. Note sull'intervento del Card. Sarah

Il cardinale Robert Sarah parla al Sinodo.
le due minacce più grandi al mondo: ideologia del gender e islamismo

Dobbiamo andare nei blog stranieri a pescare notizie sugli interventi dei pastori che ci interessano perché questa tornata del Sinodo effettivamente è blindata e la Sala Stampa del Vaticano ne lascia filtrare soltanto alcune. 
Interessante il riferimento all'intervento del card. Sarah sul blog canadese Witness for church and pope [qui] ; notizia a sua volta mediata dal sito polacco dell'arcivescovo Stanislaw Gadecki [qui] che ne ha fornito una sintesi.
In primo luogo, l'Arcivescovo ha osservato che il suo collega anche lui presente al Sinodo, l'arcivescovo Henryk Hoser, era rimasto profondamente impressionato dalla profondità teologica e intellettuale dell'intervento del cardinale Sarah, il quale ha delineato le due principali minacce globali odierne contro l’umanità:
  1. la dittatura del relativismo morale che trova il suo culmine nell'ideologia del gender e 
  2. il fanatismo islamico, particolarmente riconoscibile nei diversi movimenti jihadisti e soprattutto nello Stato islamico .



mercoledì 7 ottobre 2015

FRANCESCO IL DEMONIO FA TRE MOSSE.

SECONDO FRANCESCO IL DEMONIO TI CONQUISTA IN TRE MOSSE!



testo  dell'articolo:
I""n occasione della festa della Gendarmeria Vaticana, ed in onore di chi ogni giorno vigila a che il male non oltrepassi la linea dei luoghi sacri, Papa Francesco ha celebrato una messa, e durante l’omelia s’è soffermato a parlare dei metodi con cui Satana tenta ogni giorno di guadagnare seguaci. Questi metodi prescindono dai fenomeni di possessione o infestazione demoniaca. Riguardano piuttosto le capacità persuasive del Diavolo, e vengono divisi dal Pontefice in tre livelli:""

""CORROMPERE Come tentò di fare con Gesù nel deserto, il Demonio tenta l’uomo proponendogli ricchezze e agi molto oltre il necessario, pur di vederlo cedere al proprio potere e considerarlo fedele alla sua causa.""


Non serve a nulla fare questi discorsi, e gironzolare con un auto mignon, per mostrarsi umili, (perchè non si sposta seduto su un somaro) quando poi delle immense ricchezze che il Vaticano possiede oltre che al telescopio "Lucifero" e a molte altre amenità, lo stesso non se ne sia mai sbarazzato, proprio quelli sono i tesori della terra che satana offre a coloro che lo seguono... ne avete fatta incetta vedo!

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

""STUZZICARE LA VANITA’

Altro metedo che rientra tra le armi a disposizione di Satana per esercitare il proprio fascino sugli esseri umani, è la lode alle qualità delle proprie vittime. Provò a farlo anche con Gesù, quando gli disse di farsi salvare dagli Angeli. Il Signore non cascò nella tentazione di vantarsi dei proprio straordinari poteri e resistette alla lusinga."""

Qui c'è un errore, in questo pensiero, il demonio conosce Gesù, sa dei suoi immensi poteri, per cui anche se Gesù avesse mostrato il potere, non avrebbe affatto fatto peccato di vanità, perchè in quel luogo non vi era nessun umano presente, solo Lui e il demone. La vanità non si esercita innanzi a chi ti conosce già per quello che sei e sai fare, ma si esercita solo verso chi non sa nulla di te, perchè la vanità ha uno scopo quello di conquistare, affascinare, stupire, ammaliare, chi sta lì presente a vedere, il mostrare i poteri come il mostrarsi belli, o buoni o bravi ha solo lo scopo di farsi ammirare, di farsi lodare, di farsi esaltare, da chi non ti conosce. Non si affascina chi sa quello che sai fare, proprio perchè sa e ti conosce, quindi non produce l'effetto della fascinazione dettata dalla vanità. Caso mai la tentazione di satana, in quell'occasione era una sfida diretta a Dio, non per testare la sua vanità, ma semmai per provocare la sua IRA. Dalla risposta di Gesù si ricava il senso«E' stato detto: Non tenterai il Signore Dio tuo»; Satana tenta Gesù, lo provoca ma non tanto nel far emergere il suo potere, quando per indurlo all'ira, vuole vedere fin dove regge, lo sta schernendo, non lo lusigna affatto.

"Non tenterai " la tentazione si esercita per tentare di far reagisce un soggetto verso una determinata azione, cioè l'induzione a commettere un errore, non era una seduzione, che porta alla vanità. Non gli ha detto non serdurmi, gli detto non tentarmi..cioè non farsi che io ponga mano la mio potere.
Che la vanità sia uno dei sistemi che usa per indurre nell'errore l'essere umano è certo e sicuro, ma l'esempio è sbagliato!
Anche farsi fare i selfie è un atto di vanità se non le dispiace!!! 
Non perchè Lei è il Papa quanto afferma vale solo per gli altri e Lei no, anzi per Lei di più.
Non proponga esempi, se Lei non li appliaca è macanza di coerenza.
Ma lei si è dimenticato la Lussuria il male più grave in assoluto per il quele moltissimi uomini finiscono diritti tra le braccia di satana, ma come mai se ne è dimenticato!!!

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

""PROPORRE IL POTERE

Terreno fertile per il Demonio sono quegli uomini che considerano la propria posizione di potere un piedistallo di cui far sfoggio ed abuso. Il Demonio sa bene quanto questo argomento possa far presa su chi ha impellenza di comando e superomismo.""
Guardi lei è il primo che agisce così, il popolo lo ha già posto tra le vette degli idoli.


""Papa Francesco offre quindi la migliore ricetta per resistere agli attacchi del Male: l’umiltà. L’umiltà di dichiararsi debole di fronte alle tentazioni del Male, e di rispondere ad esse con le parole della Bibbia, perchè la resistenza umana è ben poca cosa se non è supportata dalla Fede nelle Scritture.
Fonte. Cristianità.it""

L'umiltà, si certo, ma non di dichiararsi, l'umiltà di nascondersi agli occhi del mondo, l'umiltà di divenire un fastama agli occhi del mondo, l'umità di sentirsi nessuno, l'umiltà di non dirsi umile come ha fatto lei, l'umiltà di non sbandierare innanzi al mondo di essere un santo, l'umità di non salire in cattedrà, l'umiltà di rimanere povero e mite, e l'umità di dire sempre la verità anche quando questa taglia come una spada a doppio taglio, l'umiltà di fare un passo indietro, potrei continuare..
La fede la si ha in Dio, le scritture sono parola di Dio, ma non Dio in persona, se la parola non la eserciti, rimane solo scritta e non serve a nulla, le scritture servono come appoggio alla fede, ma senza la certezza che Dio esiste, che E' e che non è un utopia, un fantasma, o un alieno, la parola perde il suo senso.
Prima che tutto quello che esiste, non vi era, Dio esisteva lo stesso e a quel tempo la parola scritta non vi era. 


Io direi che Lei ha sbagliato un po i conti...
Per la verità i punti che il maligno colpisce sono tutti i comandamenti.

martedì 6 ottobre 2015

COVENTO PER SACERDOTI GAY?


LINK:
UN COVENTO PER I SACERDOTDEVIATI

Io sono compiaciuto che la chiesa in qualche modo tenti di arginare il problema, e che cerchi di correggere almeno per quello che è possibile i difetti psicologici e/o spirituali di taluni soggetti che si sono lasciati pervertire o sono stati indotti alla perversione. Però facciamo attenzione che tra questi ci sono anche soggetti realmente malati che hanno disturbi ormonali derivati da difetti genetici che ahimè portano ad avere talune volte caratteristiche intrisenche di questo genere. Ora non mi si dica non esistono queste persone, perchè la scienza per quanto si possa contestare, ma è indubbio che abbia identificato questi soggetti putroppo per lo con queste problematiche non da poco. 

Taluni mi sono venuti a dire che un essere umano può nascere normale può nascere con un basso tenore di ormoni maschili, ma questo non è possibile se non c'è una qualche degenerazione nel DNA che porta come consegunza una mal funzionamento delle ghiandole secretrici degli ormoni, ammettendo anche che questi soggetti abbiamo solo un deficit di ormoni, ma sicuramente questi sono determinati da problemi legati ad un malfunzionamento genetico. anche perchè se fossero realmente normali, allora anche i normali etero potrebbero presentare queste anomalie, ma se si dicono normali significa che geneticamente non presentano danni di questo genere.Dopo questa parentesi.

Torniamo al nostro discorso... personalmente mi stupisco che la chiesa non provveda in questi tempi moderni, di accertarsi quali dei suoi appartenenti sono genticamente normali, questa non questione di fare delle divisioni o di separe i buoni da cattivi, non centra nulla; ma se si vuole realmente far entrare nella chiesa persone normali, sia geneticamente che psicologiamente, si deve per forza di cose, cercare di capire se il soggetto ha delle predisposizione genetiche ad essere portato in un certo modo. Escludendo queste persone che non sono curabili specialmente se adulte, mentre se sono giovani si può tentare con delle cure ormonali, sempre se è possibile.

Una volta esclusa la possiblità di anomalie ormonali derivanti da svariate problematiche, e sottoposti gli altri a scrinning psico-fisico si so dovrà capire per quali ragioni dei giovani normali siano diventati gay, nel corso della loro vita sopratutto in funzione dell'isolamento. E' facile dire ma questi si sono pervetiti perchè hanno satana in se, quando non sempre è vero, alcune volte ci sono sacerdoti che sono gay, pur essendo ottimi sacerdoti e molto credenti. Eppure sono così lo stesso. 
Molti credenti fanno l'errore di dire che queste turbe spesso psicologiche siano determinate dall'azione demoniaca, ma nessuno può sapere se è vero questo fatto, nessuno può sapere se è volontà di Dio o no che un essere umano nasca così. 

Nella chiesa si presume che S.Paolo stesso fosse un perverito, un gay, lo sanno tutti i teologi di questa ipotesi fatta passare come verità. Io non posos dire se è vera tale cosa, ma certamente lascia un po amaro, se fosse vera, cosa si può dire nulla. Certamente non si penserebbe ad un San Paolo indemoniato, allora non vale la stessa cosa per tutti gli altri, non si può allora dire che gli altri siano indemoniati mentre S.paolo No, o lo sono tutti o nessuno, per cui affermare una cosa di questo tipo, è fondamentalmente errato, eprchè solo Dio sa, perchè quel tizio nasce normale e per quell'altro no, quindi io personalmentesu questo aspetto non investigherei proprio per nulla, proprio non incorrere nel peccato non perdonato contro lo Spirito Santo. 

Ora sul discorso di questo convento, è ovvio che le malelingue esistano, ma è anche ovvio che dove c'è una comunità fatta solo per questo genere di persone il rischio che ci sia una certa perversione c'è ahimè, mi stupisco che la chiesa li abbia concentrati invece di disperli, come si può pensare che concentrando tanti mali dello stesso tipo in un solo luogo, si possa arrivare correggere postivamente queste persone, non può avvenire, perchè è difficile controllare una struttura nella quale tutti i soggetti sono uguali, ci sarà sempre una complicità tra gli stessi. 

Invece mi sarei aspettato la dispersione di questi soggetti in comunità diverse, dove questi non abbiano il modo di trovare loro pari. certo purtroppo la convivenza con soggetti normali renderebbe difficile la vita a questi, ma sicuramente sarebbe un deterrente, mentre in una comunità fatta da soggetti con le medesime problematiche tutti si sentono a loro agio, e si crea una forma di omertà, anche se questo magari non è evidente. L'esempio lampante fu Sodoma e Gomorra, due città dedite alla prostituzione e alla promiscuità, dove si trovavano solo soggetti depravati, non certo andavano ad abitare persone normali tra questi, proprio per non esserne in qualche modo"contaminati". 

Per cui è la stessa cosa, non si può concetrare persone con gli stessi problemi tutti nello stesso luogo è fondamentalmente errato. Invece secondo il mio punto di vista questi soggetti per essere curati devono essere sempre e costamente distratti, cioè li si deve tener impegnati moltissimo in questo modo non hanno il tempo materiale per socializzare, per cui inviarli in paesi del terzo mondo, a far da missionari sarebbe un ottima cosa, ma ognuno per con suo, non assieme ad altri di loro. 

Spero che i metodi per curare questi soggetti, non siano metodi coercitivi, cioè medioevali!!! 

Il fatto che non si voglia esporre i metodi anche in breve, indica che si nasconde qualcosa.

Ricordiamo che Dio, non obbliga nessuno ne sotto costrizione di frustate, ne in alcun senso a trasformare la sua personalità a divenire altro. 

""La vita comunitaria allontana il prete dalla sua solitudine."" questo è il problema fondamentale trova le motivazioni che stanno alla base della trasfomazione del ragazzo normale in pervertito, chi o cosa lo ha condotto ad essere così! 
dice che soffrono di solitudine, Io dico che se c'è vera fede non esiste nessuna solitudine...questa è la lampate dimostrazione che non c'è vera fede in realtà. 

"Chi è stato accusato di molestie ai minori, ad esempio, verrà inviato in un santuario o in un altro convento, senza contatti con i ragazzi e senza attività pastorale aperta."

Questa dichiarazione dimostra che in realtà questi soggetti non sono guariti, perchè se fossero guariti dovrebbero essere reintrodotti nella loro comunità...dimostrazone che la comunità non funziona.

Sul discorso dell'aiuto è giusto, ma bisogna vedere realmente se si riesce a risolvere tutte le situazioni e le problematiche, perchè ogni soggetto va da se, non esiste nessuno che sia uguale all'altro. 

MT:«Non preoccuparti né del cibo né dei vestiti » questo passo però non è riferito all'aiuto umano, ma a quello di Dio, se la comunità si appoggia a laici psicologi, psichiatri significa che disattende questo passo evangelico, che dimostra cieca fiducia in Dio.... cioè Dio come medico assoluto... chi si appoggia all'uomo dimostra fragità spirituale...e anche molta poca fede...

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
Io per esempio ho grossi problemi fisici dalla nascita, ma non avendo soldi per curarmi, mi sono sempre affidato a Dio, a detta dei medici dovevo essere morto già da un pezzo, ed invece eccomi sono ancora qui, grazie a Dio....