martedì 2 maggio 2017

IL PIANO PER DANNARE IL MONDO!!!





Oggi dopo aver letto la notizia nel Blog di Socci, che Bergoglio ha bestemmiato Gesù il Cristo di Dio l’ennesima volta, all'improvviso senza motivo, come un flash, mi è tornato alla mente questo passo dell’apocalisse, come se qualcuno mi volesse far notare qualcosa, ebbene ho compreso, bene il discorso. Credo che sia ora di iniziare dipanare la matassa, per il bene delle anime di tutto il mondo.


Partiamo da un passo dell’apocalisse di Giovanni:
Cei 74 Bibbia Liturgica, cap 3,14: Così parla l’Amen, il Testimone fedele e verace, il Principio della creazione di Dio: Conosco le tue opere: tu sei né freddo né caldo. Magari tu fossi freddo o caldo! Ma poiché sei tiepido, non sei, cioè né freddo né caldo, sto per vomitarti dalla mia bocca.” Parola del Signore.

Intanto spiego un attimo chi è l’Amen, tutti noi in chiesa pronunciamo questa parola, a fine delle preghiere e dei riti, sta ad indicare la persona di Dio, nella figura del Cristo, lo si comprende per le parole che seguono:il Testimone fedele e verace” chi è Testimone del Padre Onnipotente, è il Figlio suo unigenito! Viene definito il testimone fedele e verace, cioè colui che fa sempre la volontà del Padre Celeste e colui che ha in bocca la verità, cioè la parola, poi l’espressione seguente ne attesta chi esso è: il Principio della creazione di Dio”, il termine principio sta proprio ad indicare l’origine, cioè colui che è sempre esistito fin dall'inizio degli Inizi, come appunto link: il sonetto rivelato ha dimostrato, quindi Yeshua il Cristo di Dio, era già vivente presso il Padre Suo fin dall'inizio della creazione, nel suo principio, (precisazione perchì non sa cosa intendo dire con il termine il suo principio, non è il principio della creazione, ma il principio di Dio e nessuno tranne Dio era presente, il figlio ne viene dopo, ma sempre nel suo principio)lo attesta proprio questa frase, che non parla del Padre Celeste ma del Figlio suo unigenito, quel Gesù posto in croce per salvare tutta l’umanità, dal suo inizio fino alla sua fine(in questo caso invece è inteso come inizio proprio quello descritto in genesi), dalla tirannia e dal dominio di Satana, quindi, quanto attesta la chiesa che Gesù è e non è figlio del Padre Celeste è falso, perché questo versetto ne attesta il contrario, che Yeshua è proprio il Figlio carnale del Padre Celeste e ne è parte, con il Padre Celeste. Da ciò rileggendo bene i vangeli si comprende che Yeshua, era effettivamente in terra unito con il Padre, perché come Lui stesso disse, io sono qui a far la volontà del Padre mio e non la mia, e anche le parole che esprime a Filippo, dicono esattamente la medesima cosa. 

Filippo: «Signore, mostraci il Padre e ci basta». Gli rispose Gesù: «Da tanto tempo sono con voi e tu non mi hai conosciuto, Filippo? ... Come puoi tu dire: “Mostraci il Padre”? Non credi che io sono nel Padre .....link

Ma andiamo oltre, la parte che a noi interessa or-ora è quella che ci parola di una condizione, che Dio nella sua veste di Padre-Figlio interessa molto, chiedendo agli essere umani di decidersi da che parte porsi, o con chi stare, se con il Maligno, cioè i freddi, sinistri, o si sta con Dio, i Caldi, i destri, ovviamente però il Verace e fedele dice, chi non si pone in uno dei due schieramenti è un tiepido, costoro non gli piacciono per cui, Dio li vomita fuori di se; il termine significa allontanare, espellere, cacciare, sta ad indicare una condanna a morte, cioè la dannazione eterna. Perché preferisce ai tiepidi, i freddi, anche se sono in totale opposizione a Lui, come lo è Satana, ma per lo meno, non sono ambigui, non sono moderati, non sono tiepidi, i quali hanno proprio la caratteristica di porsi contemporaneamente sia a sinistra, freddi, che a destra, caldi, per cui costoro sono definiti da Dio i tiepidi.

Anche Satana per quanto angelo decaduto, in netta opposizione a Dio, è contro i tiepidi che però lui usa, come mezzo per sottrarre al mondo i caldi e indurli dalla sua parte, facendo sembrare buono quello che buono non è; il tiepido è un ambiguo, uno che non ha una precisa e chiara posizione, uno che finge e recita una parte, che gli serve per i suoi interessi, ci sono molti nel mondo che recitano parti, molti anche nella chiesa, che si fingono santi, ma santi non sono, che si ergono a dottori ed accusatori dei fratelli, sono spesso demoni travesti da agnelli.
Il moderato o tiepido per eccellenza è colui che non si pone mai precisamente da una parte o dall'altra, è colui che preferisce barcamenarsi su tutte le sponde, è colui che non condanna mai nessuno, se non chi egli non gradisce, è colui che mesce abilmente con astuzia il nero con il bianco, è colui che non ama l’integralismo, ne il tradizionalismo, ne la rigidità, è colui che non ama la divisione, ne le lame, ne le spade, ne nell'apparenza le armi, se non per usarle come mezzo persuasivo, per ottenere la sua integrazione moderata. Il moderato/tiepido, cioè il perfetto grigio, la foschia stabile ed eterna, una nebbia perenne, ama uniformare le cose, per cui rifugge tutto quello che lo allontana da questa condizione di vita, elimina da se, e attorno agli altri ciò che ritiene non opportuno per giungere al suo scopo, quello di livellare tutto, appianare e uniformare, ma il suo intento reale è quello di portare tutti ad essere come lui, tiepidi, cioè moderati nel senso moderno del termine, ecco perché costui non ama giudicare il prossimo, specie chi esso ritiene un moderato, e tra coloro che sono Tiepidi/moderati ci sono delle classi sociali, intermedie alla società, perché certamente la famiglia ideata da Dio, uomo-donna, è certamente una condizione di estremismo, tutto rivolto verso il caldo, cosa che per chi non è estremista, è una cosa non condivisibile, per cui tutte le categorie di persone che si pongono a metà tra due punti freddi e caldi, sono ben accette nella condizione di Moderati, e parliamo più precisamente di coloro che vorrebbero una famiglia strana, allargata o i matrimonio tra persona dello stesso sesso, in pratica i gay sono moderati, o meglio dire Tiepidi, prechè non si pongono da nessuna parte, non sono ne freddi e ne caldi; non come gli estremisti di fazioni diverse come possono essere i veri cristiani tradizionalisti, che sono caldi, o come possono essere gli estremisti comunisti di sinistra che sono freddi, tutto quello che vi è al centro tra i due schieramenti l’arcobaleno di colori è definito moderato o meglio descritto dal Verbo di Dio come Tiepidi. Ovviamente si potrebbe continuare a specificare tutte le varianti del caldo, del freddo e dei tiepidi, potremo dire che, chi bestemmia Dio è un tiepido più che un freddo, perché i veri freddi non bestemmiano Dio, non gli interessa neppure che esista, anzi per costoro proprio nemmeno esiste, per cui non se ne curano; i veri caldi non ci pensano minimamente a bestemmiare Dio, mentre i tiepidi sono i più abili nella bestemmia proprio perché si pongono in una posizione mediana, così come sono tutti coloro fautori di molti peccati, azioni di male verso il mondo e verso Dio. Quanti nel mondo sono tiepidi? Temo molti, ma molti di più di quanto si possa immaginare. Molto spesso i tiepidi occupano livelli di ogni tipo, e gradi diversi verso l’uno o l’altro fronte caldo o freddo, per cui la variazioni dell’essere tiepidi è veramente vasta, possiamo avere tiepidi anche in chi non usa una perfetta onesta, ma solo un onesta parziale. Per cui è molto difficile, su questa terra trovare un vero santo, perché la santità sfugge agli uomini, essi sono spesso presi dalla tiepidezza oggi definita moderazione. Perché Cristo dice quella famosa frase: “Non sono venuto a portare la pace, ma una spada” questa affermazione ha un segreto in se che l’uomo non conosce, il termine pace, è un termine ambiguo, che indica tiepidezza, indica moderazione, quindi chi porta la pace come la intendiamo noi, non è Cristo, ma il suo oppositore, ecco perché Bergoglio ha attestato che lui porta la pace, perché sa ben che la pace è un termine ambiguo dell’essere tiepido. Ovviamente La pace di Cristo è tutta posta in un estremità calda, che è l’amore non sessuale del termine ma aulico, perché Dio rifugge il sesso inteso come noi lo intendiamo di soddisfazione mentale, che in realtà è solo ed esclusivamente una forma di peccato, specialmente quando questo è estremo, e diviene perverso, ecco che ricade sempre nel concetto di tiepidezza. Il moderato è tiepido pronto per commettere peccato. Bergoglio infatti intende con pace, la normalizzazione delle menti e degli spiriti cioè il loro annullamento, la loro distruzione. Per cui è ovvia la battuta che fa Bergoglio, quando attesta che lui non può giudicare i gay, esso attesta che egli stesso è un moderato, cioè un tiepido, e quindi qual’è il suo vero intendimento in questo mondo?

E’ quello di rendere tiepidi i credenti, è quello di attirare a se tutti gli infedeli e protestanti, è quello di costruire attorno a se una propaggine enorme di gente che non ama gli estremi, non ama i freddi e tanto meno ama i caldi, e a costoro vanno strette le parole di Cristo prechè troppo rigide, per cui si creano una fede moderata un mix studiato bene, che possa contemplare quello che v’è di più tiepido o moderato tra tutte le fedi, per cui Bergoglio ha un suo ben preciso scopo quello di rendere moderato tutto il mondo, cioè lo vuole dannare. Ma il Verbo di Dio Cristo Gesù cosa ci dice a tal proposito che tutti coloro si apprestano a essere moderati o tiepidi, esso li condannerà alla morte eterna, il passo che Dio comunica a S. Giovanni è chiaro come la luce del sole, e vuole essere un monito un avvertimento a quanti pensano che Dio non attuerà quanto esso ha dichiarato, sbagliano se pensano ciò, perché Dio farà esattamente quanto ha lasciato scritto e ha stabilito.

Ovviamente l’astuto Bergoglio, non volendo perdere la battaglia, fa di tutto, per apparire un buono cioè un caldo, ma è proprio il suo atteggiamento, le sue parole melliflue che lo tradiscono e i suoi accessi, quando facendo finta di testimoniare una verità in realtà bestemmia Dio e molto spesso anche i grandi teologi e pensatori di questo mondo, nemmeno se ne accorgono, se non proprio quando, la bestemmia è palese.

Ecco perché fin dall'inizio ha dato contro ai Cristiani tradizionalisti considerandoli i più pericolosi, e mettendoli alla berlina, come fossero dei terroristi, degli appestati, esso li vuole trasformare in moderati e ci sta riuscendo, ma li cerca anche tra tutte le religioni del mondo per creare una “ grande, stravagante chiesa” come disse la Beata Emmerich, ricordo per chi s’è dimenticato che Bergoglio, ha firmato a Seoul un trattato per la creazione delle religione delle religioni, il NWO.

Quindi la pace di Bergoglio è la Pace degli ipocriti, dei sepolcri imbiancati, dei gay e dei pedofili, che questo vescovo travestito di bianco, ha reintegrato e perdonato e dei divorziati risposati, e di tutti coloro che stanno nel peccato, ma anche dei moderati delle altre religioni, non perché è cristiano il suo atteggiamento, ma solo perché costoro sono tiepidi, come lui. Quindi il suo vero scopo è quello di trasformare i tradizionalisti più ondivaghi e attirare tutti i moderati del mondo, a lui, e ci sta riuscendo molto bene, visto che i moderati sono gran parte dei politici e tutti coloro che hanno forti interessi economici-finanziari-geopolitici, come anche tutti coloro che praticano un falso cristianesimo i quali oltre a pregare Cristo, ad andare in chiesa, vanno dal mago, si fanno le carte, praticano riti esoterici, occulti, molti sono concordi sul discorso gender, molti sono concordi sul discorso dei matrimoni misti, sono concordi con le filosofie sessuali attuali, per cui la perversione domina la società attuale, peggio che un tempo, ecc, per non parlare di tutti gli aspetti delle disonesta che la fa da padrone nella società, questi sono i cristiani tiepidi o moderati di oggi, tutti costoro applaudono a Francesco come se fosse il loro liberatore, dall'oppressore tiranno, di cui Bergoglio è il loro salvatore.

Quindi da ciò si comprende molto bene quale sia l'orizzonte degli eventi, e dove la politica di Bergoglio porta la chiesa, verso la pace e non verso la Verità.
Bergoglio non ama dividere me mettere assieme parti diverse, unire il non unibile, e quindi distruggere il santo, le sue bestialità che afferma oramai sono conosciute e ancora non abbiamo sentito tutto, ma anche in questo i suoi vescovi tacciono, dimostrando di essere essi stessi tiepidi, confusi, asserti a lui e rei degli stessi peccati, perché essi stessi non lo condannano.

Da cioè si comprende come farà Bergoglio a dannare il mondo, rendendolo Tiepido.
Una volta che nel cuore dell’uomo entra il marcio e non la santità, presto esso cadrà in rovina e la chiesa segue questo iter che man-mano prende piede, diverrà impossibile uscirne.

Dato che Bergoglio continua la sue inesorabili bestemmie, il resto dell’umanità lo imita pensando che se esso lo può fare tutto va bene, senza pensare che questa è un abile strategia, per dannare l’umanità intera.


Scritto da Boanerges yhwhnn .