venerdì 12 maggio 2017

LA MADONNA FOTOMODELLA







11 Maggio 2017

Il 14 giugno del 1917 i tre pastorelli di Fatima avvistarono la Madonna e la descrissero dettagliatamente. Questo è noto. Quello che ancora non molti sapevano, e che il settimanale Giallo porta allo scoperto, è che le loro descrizioni crearono un certo imbarazzo per come dipingevano la Vergine Maria. In particolare il parroco del paese, Manuel Marques Ferreira, si trovò di fronte a un bel guaio.

Raccontò Lucia, la più grande. La Madonna "aveva un mantello bianco che dalla testa arrivava fino al fondo della gonna, era dorato dalla vita in giù, da catenine che l’attraversavano. La gonna era tutta bianca e dorata da catene dall’alto al basso e oblique, ma arrivava solo al ginocchio; aveva una giacca bianca non dorata, e tra le mani solo due o tre collane. Non aveva scarpe, aveva calze bianche. Al collo aveva una catena d’oro con una medaglia sul petto. Aveva le mani giunte, portava alle orecchie dei bottoni molto piccoli. Aveva gli occhi neri, era di altezza media".


Look sempre alla moda e occhi protetti dalla luce blu nociva? Scopri le lenti Transitions! 

Il dettaglio della gonna corta fu preso con un certo choc. La cuginetta Giacinta confermò: "Era vestita con calze bianche e un abito tutto dorato, non aveva scarpe, la gonna era bianca e tutta dorata e le arrivava al ginocchio: il dorato era nelle collane che la ricoprivano. Aveva una giacca bianca, anch’essa dorata, e un mantello bianco". Uguali le parole di Francisco: "Era molto bellina". 


Sia don Manuel che altri religiosi corsi nella cittadina portoghese furono perplessi: una donna con la gonna sopra il ginocchio nel 1917 non si era mai vista. Tutti questi particolari si leggono sui documenti delle apparizioni, conservati presso il Santuario di Fatima. In particolare, il dottor Manuel Nunes Formigão, membro della Commissione Canonica per lo studio degli avvenimenti di Fatima, dichiarò: "Nostra Signora non può apparire vestita in un modo che non sia il più decente e modesto possibile. Il vestito dovrebbe scenderle fino ai piedi. Il contrario costituisce la difficoltà più grave da opporre alla soprannaturalità dell’apparizione, e fa sorgere nell'animo il timore che si tratti di una mistificazione, ordita dallo spirito delle tenebre".


Suor Angela Coelho, postulatrice della causa di santificazione di Giacinta e Francisco, disse: "Don Manuel spiegò ai bambini che la Madonna non poteva essere vestita in un modo da suscitare scandalo e così si decise di rappresentare la Vergine secondo l’iconografia ufficiale".

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°


ALLUCINANTE!!!

Imbarazza la chiesa eppure lo rendono pubblico, ma chi gli crede tutte frottole.

Proprio ora alla scadenza del centenario esce lo scandalo, ma guarda un pò, che fatalità, hanno atteso di proposito il giorno precedente al 13 maggio 2017 per far conoscere al mondo questa notiziola veramente sublime. La Madonna una fotomodella, ma guarda un po, come è possibile credere ad un idiozia del genere.
Ho già spiegato in altro articolo che un bravo falsario avendo alla mano la grafia di suor Lucia o di chi ha stilato il documento ufficiale a quel tempo, poteva tranquillamente produrre qualsiasi falso, basta avare carta e inchiostro di quel periodo e sono sicuro che anche il clero lì ha avuti, certi furbetti, non parliamo del medioevo che si facevano falsi a tutt'andare. Visto che in vaticano, di documenti di tutti i periodi storici ve ne sono a tonnellate, un foglio bianco di quel periodo si trova facilmente anche nelle biblioteche dove vengono conservati testi molto antichi, solitamente quando si scrivo i testi più di qualche pagina bianca rimane sempre, poi per l'inchiostro o lo conservano per essere previdenti, oppure si ricava da documenti dell'epoca, basta grattare lievemente quello del periodo e se ne ricava quanto basta per scrivere poche righe, si impasta con acqua ultra distillata e sterile così non ci sono tracce di nessun tipo, l'acqua evapora e il gioco è fatto. Si possono fare tutti i falsi che si vogliono, chi ha tanti libri, manoscritti, papiri, rotoli, ecc, di fogli bianchi di tutti i periodi storici ne ha quanti ne vogliono. 

Pensano veramente che la gente sia così citrulla, anche i preti si metto a fare i falsi? A questo mondo non mi meraviglio più di nulla; dimenticavo da un altro articolo, che aveva scritto, pare che Bergoglio voglia distruggere Fatima, forse questa serve solo con antipasto, aspettiamo il resto... vediamo cosa s'inventeranno, intanto dalla diretta abbiamo ben visto che Bergoglio non s'inginocchiato innanzi alla madonna a Fatima, dite segni dei tempi? Ma se non s'inginocchia nemmeno innanzi al Santissimo, figuriamoci se lo faceva innanzi alla Madonna. 


°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

L'unica ipotesi che può essere realistica che i tre pastorelli non abbiano invece visto nell'ultima visione, una donna vestita nel modo che raccontano, forse in riferimento alle suore, come dire in quel periodo accadrà quello che c'è stato predetto, cioè che le suore andranno vestite così  o che in quel periodo la donna vestirà così, potrebbe anche essere, ma allora la questione cambia completamente e rientrerebbe in un discorso normale. Come per determinare il periodo che deve accadere quanto annunciato dalla Madre di Dio  è quello.  

Ma non può assolutamente essere che la Madre di Dio si sia mostrata a loro vestita in  quel mondo, non esiste proprio. Anche volendo adattarsi al tempo, ma non è possibile non vi era ancora quello stile nel vestire, darebbe l'impressione che invece della Madonna, fosse qualcun altro e probabilmente è quello che vuole qualcuno nella chiesa, come dissi, di distruggere Fatima. Perchè ricordo che lo scoglio della Massoneria è proprio Fatima.








mercoledì 3 maggio 2017

LA CHIESA NON PERDERÀ MAI LA FEDE?





Il fatto che il mondo e la chiesa soprassieda, a tutto quello che Bergoglio fa solo perchè esso è un pontefice e per il quale il mondo e il clero lo perdonino in automatico, senza porsi il pensiero ma Dio cosa pensa di costui e di noi che non ci opponiamo a lui?
Qui si comprende  che, si applicano due pesi e due misure, quando la legge di Dio dovrebbe essere maggiormente usata verso gli appartenenti della chiesa, che il popolo. La cosa veramente curiosa e stravagante è che il clero pretende di condannare e giudicare il popolo per i suoi peccati, ma non condannano loro stessi quando questi ne commettono  di eguali e altrettanto gravi, è ovvio che poi il popolo si senta preso in giro, quando un pontefice con tanta disinvoltura offende impunemente Dio, nessuno nella chiesa tenta neppure una vaga correzione come per altro Cristo ha insegnato, questo fa ben comprendere che oramai di Cristo Dio, ne di quello che ha insegnato di quello che comandò neppure il Padre Suo, non gliene importa più nulla a nessuno, ne dentro ne fuori la chiesa.

Un pontefice che bestemmia il sacratissimo Nome del Santo dei Santi, è un aspetto che grida vendetta innanzi a Dio, oltretutto un prete che si lava la bocca di Dio, dopo che ha intinto nel suo piatto ogni giorno e bevuto nello stesso calice, è praticamente lo stesso peccato fatto da Giuda Iscariota quando lo tradì, qui però il danno è peggiore, perchè mentre Giuda Iscariota ne commise uno solo e conosciuto da pochi, questo vescovo lo protrae per molto tempo e lo insegna a tutto il mondo, come cosa lecita. 

Noi diciamo segni dei tempi, magari fossero solo segni dei tempi, questa è la fine di una chiesa che poggiava su Cristo e che oggi il culto della personalità ha reso un vescovo più grande di Cristo stesso. Il problema che il potere per agire contro al Vescovo di Roma e del Mondo, è custodito dal Clero che lo ha eletto, ma non credo che questo clero, ha voglia di far chiarezza, ne tanto meno alzare e far sentire la voce della giustizia e verità di Cristo. 

Alle volte mi pongo la domanda, ma è veramente autentica quella profezia che recita che la chiesa non perderà mai la sua fede?

Perchè, se sul trono di Pietro siederà l'anticristo è dovuto al fatto che Roma o meglio dire il clero perderà la sua fede, altrimenti l'anticristo non potrebbe mai sedersi la dove non deve.

Perchè da  quello chi si vede, pare che oramai ben pochi hanno saldo nelle loro menti i comandi di Cristo e li applicano, il mondo è in totalmente opposizione alla Parola di Cristo, allora dico che forse meritiamo la punizione che Dio predisse, sangue, pestilenza, morte cadranno su di noi.

Ricordo le parole Nostro Signore che disse: " quando tornerò chi troverò a me fedele?", questo significa che molto pochi rimarranno a Lui fedeli ciò ci fa capire che forse quella profezia potrebbe non essere autentica.



Torno a ripetere che questa è un interpretazione errata che la chiesa ne ha fatto della parola di Cristo come ho già ampiamente specificato.


Matteo 16, 18 "E io ti dico: Tu sei Pietro e su questa pietra edificherò la mia chiesa e le porte degli inferi non prevarranno contro di essa."

Cristo non stava parlando di Pietro, ma di se stesso, quando parla della Pietra, perchè la chiesa non si poggia su un uomo, ma su Dio, se si poggiasse su un uomo sarebbe già crollata da un pezzo. 
Per cui mettendola in relazione con quella frase che disse "quando tornerò chi troverò fedele?" si comprende che il riferimento non è a Pietro, ma a Cristo stesso. E' ovvio e connaturato che le porte degli inferi non possono prevalere su Dio, ma sulla chiesa degli uomini si, come sta avvenendo ora, dove ogni forma di prostituzione è uscita allo scoperto, e questo va anche in accordo con quanto espresso dall'apocalisse, che dice: "vi fu trovata in essa ogni genere di abominio", mi pare che i perversi, i gay, gli immorali e ogni peccato e  abominio agli occhi di Dio, siano in essa racchiusi, non si dica che tutto ciò non è la chiesa, perchè Bergoglio sta portandola al suo ultimo epilogo, la sua vera distruzione, allora accadrà come in apocalisse è stato predetto così come nel terzo segreto di Fatima è celato, gli uomini la prenderanno d'assalto, la denuderanno e la bruceranno, ne mangeranno le sue carni, tutto si sta per compiere a causa di un uomo, che si erge a idolo delle masse e a causa del mondo stesso che non ha il coraggio di difendere Cristo il Signore dei Signori, allora un giorno Dio scrollerà dai suoi calzari la povere di questo mondo . 

Dio si serve anche del fuoco dell'uomo per estirpare il cancro umano dal mondo, prima che il Suo fuoco purificatore renda puro e terso questo mondo, ci lascerà fare. 


martedì 2 maggio 2017

IL PIANO PER DANNARE IL MONDO!!!





Oggi dopo aver letto la notizia nel Blog di Socci, che Bergoglio ha bestemmiato Gesù il Cristo di Dio l’ennesima volta, all'improvviso senza motivo, come un flash, mi è tornato alla mente questo passo dell’apocalisse, come se qualcuno mi volesse far notare qualcosa, ebbene ho compreso, bene il discorso. Credo che sia ora di iniziare dipanare la matassa, per il bene delle anime di tutto il mondo.


Partiamo da un passo dell’apocalisse di Giovanni:
Cei 74 Bibbia Liturgica, cap 3,14: Così parla l’Amen, il Testimone fedele e verace, il Principio della creazione di Dio: Conosco le tue opere: tu sei né freddo né caldo. Magari tu fossi freddo o caldo! Ma poiché sei tiepido, non sei, cioè né freddo né caldo, sto per vomitarti dalla mia bocca.” Parola del Signore.

Intanto spiego un attimo chi è l’Amen, tutti noi in chiesa pronunciamo questa parola, a fine delle preghiere e dei riti, sta ad indicare la persona di Dio, nella figura del Cristo, lo si comprende per le parole che seguono:il Testimone fedele e verace” chi è Testimone del Padre Onnipotente, è il Figlio suo unigenito! Viene definito il testimone fedele e verace, cioè colui che fa sempre la volontà del Padre Celeste e colui che ha in bocca la verità, cioè la parola, poi l’espressione seguente ne attesta chi esso è: il Principio della creazione di Dio”, il termine principio sta proprio ad indicare l’origine, cioè colui che è sempre esistito fin dall'inizio degli Inizi, come appunto link: il sonetto rivelato ha dimostrato, quindi Yeshua il Cristo di Dio, era già vivente presso il Padre Suo fin dall'inizio della creazione, nel suo principio, lo attesta proprio questa frase, che non parla del Padre Celeste ma del Figlio suo unigenito, quel Gesù posto in croce per salvare tutta l’umanità, dal suo inizio fino alla sua fine, dalla tirannia e dal dominio di Satana, quindi, quanto attesta la chiesa che Gesù è e non è figlio del Padre Celeste è falso, perché questo versetto ne attesta il contrario, che Yeshua è proprio il Figlio carnale del Padre Celeste e ne è parte, con il Padre Celeste. Da ciò rileggendo bene i vangeli si comprende che Yeshua, era effettivamente in terra unito con il Padre, perché come Lui stesso disse, io sono qui a far la volontà del Padre mio e non la mia, e anche le parole che esprime a Filippo, dicono esattamente la medesima cosa. 

Filippo: «Signore, mostraci il Padre e ci basta». Gli rispose Gesù: «Da tanto tempo sono con voi e tu non mi hai conosciuto, Filippo? ... Come puoi tu dire: “Mostraci il Padre”? Non credi che io sono nel Padre .....link

Ma andiamo oltre, la parte che a noi interessa or-ora è quella che ci parola di una condizione, che Dio nella sua veste di Padre-Figlio interessa molto, chiedendo agli essere umani di decidersi da che parte porsi, o con chi stare, se con il Maligno, cioè i freddi, sinistri, o si sta con Dio, i Caldi, i destri, ovviamente però il Verace e fedele dice, chi non si pone in uno dei due schieramenti è un tiepido, costoro non gli piacciono per cui, Dio li vomita fuori di se, i,l termine significa allontanare, espellere, cacciare, sta ad indicare una condanna a morte, cioè la dannazione eterna. Perché preferisce ai tiepidi, i freddi, che se anche sono in totale opposizione a Lui, come lo è Satana, ma per lo meno, non sono ambigui, non sono moderati, non sono tiepidi, i quali hanno proprio la caratteristica di porsi contemporaneamente sia a sinistra, freddi, che a destra, caldi, per cui costoro sono definiti da Dio i tiepidi.

Anche Satana per quanto angelo decaduto, in netta opposizione a Dio, è contro i tiepidi che però lui usa, come mezzo per sottrarre al mondo i caldi e indurli dalla sua parte, facendo sembrare buono quello che buono non è; il tiepido è un ambiguo, uno che non ha una precisa e chiara posizione, uno che finge e recita una parte, che gli serve per i suoi interessi, ci sono molti nel mondo che recitano parti, molti anche nella chiesa, che si fingono santi, ma santi non sono, che si ergono a dottori ed accusatori dei fratelli, sono spesso demoni travesti da agnelli.
Il moderato o tiepido per eccellenza è colui che non si pone mai precisamente da una parte o dall’altra, è colui che preferisce barcamenarsi su tutte le sponde, è colui che non condanna mai nessuno, se non chi egli non gradisce, è colui che mesce abilmente con astuzia il nero con il bianco, è colui che non ama l’integralismo, ne il tradizionalismo, ne la rigidità, è colui che non ama la divisione, ne le lame, ne le spade, ne nell’apparenza le armi, se non per usarle come mezzo persuasivo, per ottenere la sua integrazione moderata. Il moderato/tiepido, cioè il perfetto grigio, la foschia stabile ed eterna, una nebbia perenne, ama uniformare le cose, per cui rifugge tutto quello che lo allontana da questa condizione di vita, elimina da se, e attorno agli altri ciò che ritiene non opportuno per giungere al suo scopo, quello di livellare tutto, appianare e uniformare, ma il suo intento reale è quello di portare tutti ad essere come lui, tiepidi, cioè moderati nel senso moderno del termine, ecco perché costui non ama giudicare il prossimo, specie chi esso ritiene un moderato, e tra coloro che sono Tiepidi/moderati ci sono delle classi sociali, intermedie alla società, perché certamente la famiglia ideata da Dio, uomo-donna, è certamente una condizione di estremismo, tutto rivolto verso il caldo, cosa che per chi non è estremista, è una cosa non condivisibile, per cui tutte le categorie di persone che si pongono a metà tra due punti freddi e caldi, sono ben accette nella condizione di Moderati, e parliamo più precisamente di coloro che vorrebbero una famiglia strana, allargata o i matrimonio tra persona dello stesso sesso, in pratica i gay sono moderati, o meglio dire Tiepidi, prechè non si pongono da nessuna parte, non sono ne freddi e ne caldi; non come gli estremisti di fazioni diverse come possono essere i veri cristiani tradizionalisti, che sono caldi, o come possono essere gli estremisti comunisti di sinistra che sono freddi, tutto quello che vi è al centro tra i due schieramenti l’arcobaleno di colori è definito moderato o meglio descritto dal Verbo di Dio come Tiepidi. Ovviamente si potrebbe continuare a specificare tutte le varianti del caldo, del freddo e dei tiepidi, potremo dire che, chi bestemmia Dio è un tiepido più che un freddo, perché i veri freddi non bestemmiano Dio, non gli interessa neppure che esista, anzi per costoro proprio nemmeno esiste, per cui non se ne curano; i veri caldi non ci pensano minimamente a bestemmiare Dio, mentre i tiepidi sono i più abili nella bestemmia proprio perché si pongono in una posizione mediana, così come sono tutti coloro fautori di molti peccati, azioni di male verso il mondo e verso Dio. Quanti nel mondo sono tiepidi? Temo molti, ma molti di più di quanto si possa immaginare. Molto spesso i tiepidi occupano livelli di ogni tipo, e gradi diversi verso l’uno o l’altro fronte caldo o freddo, per cui la variazioni dell’essere tiepidi è veramente vasta, possiamo avere tiepidi anche in chi non usa una perfetta onesta, ma solo un onesta parziale. Per cui è molto difficile, su questa terra trovare un vero santo, perché la santità sfugge agli uomini, essi sono spesso presi dalla tiepidezza oggi definita moderazione. Perché Cristo dice quella famosa frase: “Non sono venuto a portare la pace, ma una spada” questa affermazione ha un segreto in se che l’uomo non conosce, il termine pace, è un termine ambiguo, che indica tiepidezza, indica moderazione, quindi chi porta la pace come la intendiamo noi, non è Cristo, ma il suo oppositore, ecco perché Bergoglio ha attestato che lui porta la pace, perché sa ben che la pace è un termine ambiguo dell’essere tiepido. Ovviamente La pace di Cristo è tutta posta in un estremità calda, che è l’amore non sessuale del termine ma aulico, perché Dio rifugge il sesso inteso come noi lo intendiamo di soddisfazione mentale, che in realtà è solo ed esclusivamente una forma di peccato, specialmente quando questo è estremo, e diviene perverso, ecco che ricade sempre nel concetto di tiepidezza. Il moderato è tiepido pronto per commettere peccato. Bergoglio infatti intende con pace, la normalizzazione delle menti e degli spiriti cioè il loro annullamento, la loro distruzione. Per cui è ovvia la battuta che fa Bergoglio, quando attesta che lui non può giudicare i gay, esso attesta che egli stesso è un moderato, cioè un tiepido, e quindi qual’è il suo vero intendimento in questo mondo?

E’ quello di rendere tiepidi i credenti, è quello di attirare a se tutti gli infedeli e protestanti, è quello di costruire attorno a se una propaggine enorme di gente che non ama gli estremi, non ama i freddi e tanto meno ama i caldi, e a costoro vanno strette le parole di Cristo prechè troppo rigide, per cui si creano una fede moderata un mix studiato bene, che possa contemplare quello che v’è di più tiepido o moderato tra tutte le fedi, per cui Bergoglio ha un suo ben preciso scopo quello di rendere moderato tutto il mondo, cioè lo vuole dannare. Ma il Verbo di Dio Cristo Gesù cosa ci dice a tal proposito che tutti coloro si apprestano a essere moderati o tiepidi, esso li condannerà alla morte eterna, il passo che Dio comunica a S. Giovanni è chiaro come la luce del sole, e vuole essere un monito un avvertimento a quanti pensano che Dio non attuerà quanto esso ha dichiarato, sbagliano se pensano ciò, perché Dio farà esattamente quanto ha lasciato scritto e ha stabilito.

Ovviamente l’astuto Bergoglio, non volendo perdere la battaglia, fa di tutto, per apparire un buono cioè un caldo, ma è proprio il suo atteggiamento, le sue parole melliflue che lo tradiscono e i suoi accessi, quando facendo finta di testimoniare una verità in realtà bestemmia Dio e molto spesso anche i grandi teologi e pensatori di questo mondo, nemmeno se ne accorgono, se non proprio quando, la bestemmia è palese.

Ecco perché fin dall'inizio ha dato contro ai Cristiani tradizionalisti considerandoli i più pericolosi, e mettendoli alla berlina, come fossero dei terroristi, degli appestati, esso li vuole trasformare in moderati e ci sta riuscendo, ma li cerca anche tra tutte le religioni del mondo per creare una “ grande, stravagante chiesa” come disse la Beata Emmerich, ricordo per chi s’è dimenticato che Bergoglio, ha firmato a Seoul un trattato per la creazione delle religione delle religioni, il NWO.

Quindi la pace di Bergoglio è la Pace degli ipocriti, dei sepolcri imbiancati, dei gay e dei pedofili, che questo vescovo travestito di bianco, ha reintegrato e perdonato e dei divorziati risposati, e di tutti coloro che stanno nel peccato, ma anche dei moderati delle altre religioni, non perché è cristiano il suo atteggiamento, ma solo perché costoro sono tiepidi, come lui. Quindi il suo vero scopo è quello di trasformare i tradizionalisti più ondivaghi e attirare tutti i moderati del mondo, a lui, e ci sta riuscendo molto bene, visto che i moderati sono gran parte dei politici e tutti coloro che hanno forti interessi economici-finanziari-geopolitici, come anche tutti coloro che praticano un falso cristianesimo i quali oltre a pregare Cristo, ad andare in chiesa, vanno dal mago, si fanno le carte, praticano riti esoterici, occulti, molti sono concordi sul discorso gender, molti sono concordi sul discorso dei matrimoni misti, sono concordi con le filosofie sessuali attuali, per cui la perversione domina la società attuale, peggio che un tempo, ecc, per non parlare di tutti gli aspetti delle disonesta che la fa da padrone nella società, questi sono i cristiani tiepidi o moderati di oggi, tutti costoro applaudono a Francesco come se fosse il loro liberatore, dall'oppressore tiranno, di cui Bergoglio è il loro salvatore.

Quindi da ciò si comprende molto bene quale sia l'orizzonte degli eventi, e dove la politica di Bergoglio porta la chiesa, verso la pace e non verso la Verità.
Bergoglio non ama dividere me mettere assieme parti diverse, unire il non unibile, e quindi distruggere il santo, le sue bestialità che afferma oramai sono conosciute e ancora non abbiamo sentito tutto, ma anche in questo i suoi vescovi tacciono, dimostrando di essere essi stessi tiepidi, confusi, asserti a lui e rei degli stessi peccati, perché essi stessi non lo condannano.

Da cioè si comprende come farà Bergoglio a dannare il mondo, rendendolo Tiepido.
Una volta che nel cuore dell’uomo entra il marcio e non la santità, presto esso cadrà in rovina e la chiesa segue questo iter che man-mano prende piede, diverrà impossibile uscirne.

Dato che Bergoglio continua la sue inesorabili bestemmie, il resto dell’umanità lo imita pensando che se esso lo può fare tutto va bene, senza pensare che questa è un abile strategia, per dannare l’umanità intera.