domenica 23 novembre 2014

LA CONFUSIONE DI BERGOGLIO E' STRATEGICA


link: LA CONFUSIONE DI PAPA FRANCESCO

Dopo 20 mesi i vescovi si accorgono che Bergoglio ha creato confusione tra le file dei vescovi e cardinali, mi chiedo adesso dopo quasi due anni, si sono acccorti? mi pare un po lunghetto come tempo!.

Ma quello che tutti ormai vedono, è che Bergoglio sta portando la chiesa verso uno sbandamento più totale oggi dice una cosa domani si contraddice, oggi dice che è contro o  favore domani l'esatto opposto, ma quale sarebbe la strategia che si cela dietro a questo sistema di cose, se non quello di un generale sconforto tra quanti vorrebbero entrare nella chiesa  e vorrebbero legarsi ad essa! 
Il popolo del clero, non comprende più cosa sia giusto da cosa sia errato, non tengono fisso il vangelo ma le parole del pontefice che parrebbe aver assunto un valore maggiore del vangelo stesso.
Ecco Francesco sta concentrado in se stesso un potere capace di distogliere l'attezione da quello che è il verbo di Dio e concentrala nelle parole di un uomo senza potere.

Lui che caccia i FFI che adottavano il rito antico e latino si smentisce ancora una volta:
"La messa antica non si tocca, il Papa gesuita spiazza ancora tutti"  ma quale sarebbe questa strategia che parrebbe ai più solo un modo per far tanta confusione, invece non così... la Sua confusione per lui e ristabilire il potere come meglio crede in vista dei cambiamenti più importanti che dal prossimo anno arriveranno, cambiamenti tali, da sconvolgere e rendere felici alcuni e infelici altri. 

Ecco il discorso che dice tutto il suo vero e reale pensiero: "
"E’ sempre monsignor Padovano a dirlo, spiegando che Francesco ha risposto loro di vigilare sugli estremismi di certi gruppi tradizionalisti, ma suggerendo altresì di far tesoro della tradizione e di creare i presupposti perché questa possa convivere con l’innovazione. ""

I tradizionalisti sono visti come estremisti quindi da eliminare e convertire secondo canoni anomali, però si deve far tesoro di una certa tradizione che diverrà innovazione, non sò, se si è capito bene il presupposto.....di quale tradizione gli serve perchè diventi innovativa?  Provate a pensarci...

Sta edificando un nuova chiesa, moderna su alcuni paramentri tradizionali, e su l'uso di alcune cose abbadonate dalla chiesa tradizionale, ovviamente ci vogliono quelli, altrimenti il popolo non riconosce più la chiesa e il clero smebra la stessa in più parti, cosa che Bergoglio vuole evitare, per non creare una chiesa in opposizione a se. 

Mi da l'impressione che voglia creare una chiesa esoterica, dove il culto sarà modernizzato ma con forti elementi di natura spiritualistica ed esoterica al tempo stesso. 
Il concetto che aveva espresso all'inzio di una chiesa fonte di tutte le chiese, mi fa presagire al NWO delle religioni, oggi più che mai avversato, quindi per ora,  non può ancora entrare nella mente del popolo, ma che certamente faranno entrare... Il prossimo anno sarà decisivo, per molte cose...sia per la chiesa che per altri soggetti, nello scenario internazionale. 

La strategia di Bergoglio pare sempre più visibile e sempre più coerente con il verso intrappreso dal sistema.